donderdag 2 augustus 2012

Olimpiadi: l'equitazione è sfruttamento.



Che l'equitazione sia considerata uno sport, e per di più olimpico, è una delle innumerevoli vergogne della razza umana. L'equitazione in sè è una vergogna, altro che disciplina olimpica.

I cavalli vanno lasciati in pace. Non sono attrezzi ginnici, non sono oggetti da essere posseduti, domati, istruiti e comandati.

L'equitazione rappresenta per gli uomini un divertimento, nonchè un enorme business.
Per i cavalli è solo tortura, prigionia, stress ed umiliazione. 

Dei cavalli, però, a nessuno importa. Ciò che conta è vincere la medaglia d'oro. 

L'equitazione è sfruttamento. L'equitazione è un crimine, altro che sport. 

Dei cavalli che non possono vivere in libertà ci si deve senz'altro prendere cura. Con amore e rispetto.  Prendersi cura e basta. Qualsiasi uso del cavallo, per qualsiasi scopo, è assolutamente inaccettabile. E questo vale naturalmente per qualsiasi altro animale.

Riporto il link di Agire Ora: L'uso dei cavalli nello "sport".

E riporto qui di seguito la descrizione delle gare di equitazione che vengono disputate alle Olimpiadi (fonte www.fise.it): il salto ostacoli, il concorso completo ed il dressage. Solo a leggere la descrizione ufficiale della FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), si comprende benissimo quanto innaturale, pericoloso e doloroso sia per un cavallo compiere queste attività.

so

Il Salto Ostacoli è la specialità  principe dell'equitazione. Nel nostro paese è la più diffusa e praticata e quella che vanta le maggiori tradizioni. I concorrenti debbono affrontare, all'interno di un campo di gara circoscritto (in erba o in sabbia, all'aperto o "indoor") un percorso composto da ostacoli mobili costruiti in legno e composti da vari elementi come barriere, tavole, cancelli e balaustre. Gli ostacoli possono essere di vario tipo, definiti dritti se con uno sviluppo solo in verticale, larghi o triplici se presentano anche una profondità , e devono essere superati senza essere abbattuti mentre il livello di difficoltà  delle gare dipende dall'entità  degli ostacoli e dai diversi tipi di categorie (a barrage, a tempo, a due manches, di potenza, derby etc.). Ogni abbattimento (errore) da parte del concorrente viene penalizzato, così come l'eventuale rifiuto di fronte a un ostacolo o la caduta di cavallo e/o cavaliere. Il cavallo da salto ostacoli deve essere potente e maneggevole, oltre che preciso, veloce e completamente rispondente alle azioni del cavaliere.

cross

Il Concorso Completo di Equitazione è una gara con classifica combinata articolata su tre prove. Il primo test è quello di addestramento e i binomi sono chiamati ad eseguire una serie di esercizi alle tre andature. Lo scopo della prova ed i criteri di valutazione sono i medesimi delle gare di dressage anche se il punteggio viene espresso in punti negativi. Il secondo test è l'impegnativo cross country che si svolge lungo un tracciato su terreno vario disseminato da una serie di ostacoli naturali e fissi come laghetti, macerie, tronchi abbattuti, cataste di legna, fossi, staccionate, banchine, ed altri, da affrontare entro un tempo prestabilito. La velocità , la resistenza e il coraggio dei binomi vengono esaltati da questa prova altamente spettacolare che prevede penalità  agli ostacoli e per i fuori tempo.Il terzo ed ultimo test è quello di salto ostacoli. Questa prova è normalmente programmata nella terza giornata di gara e si rivela spesso determinante per la classifica finale che scaturisce dalla somma dei punti negativi acquisiti dai binomi nelle tre prove.


 dressIl Dressage ha lo scopo di mettere in evidenza le andature naturali e l'attitudine del cavallo che deve esprimersi con eleganza ed in completa sintonia con il proprio cavaliere. Nelle gare, che si svolgono all'interno di un rettangolo di gara delimitato ai lati da una bassa recinzione sul cui perimetro sono posizionate delle lettere che servono come riferimento, il binomio è chiamato ad eseguire una "ripresa", cioè una sequenza di movimenti prestabiliti. Ogni "figura" che il binomio esegue viene valutata da pi๠giudici con un punteggio espresso in percentuale del massimo ottenibile.Il livello di difficoltà  varia a seconda della complessità  delle figure richieste e le gare pi๠importanti sono il "Grand Prix Special", una ripresa con movimenti obbligatori, e il "Free Style" in cui è il concorrente che sceglie l'ordine dei movimenti che verranno eseguiti con un accompagnamento musicale.

139 opmerkingen:

  1. "Il cavallo da salto ostacoli deve essere potente e maneggevole, oltre che preciso, veloce e completamente rispondente alle azioni del cavaliere."
    Sembra la descrizione di un elettrodomestico, cavolo!
    Metterei volentieri il fantino sotto al cavallo, se poi gli si spezza una gamba un colpo in testa, così non soffre!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Già, solo quello che scrivono sui loro siti ufficiali è da brivido. Il cavallo è il loro attrezzo, come il pallone per il calciatore, o che ne so il giavellotto per il lanciatore di giavellotto.

      Verwijderen
  2. Guarda non mi dire niente, io sono incazzatissima con le botticelle di Roma. Si chiamano botticelle in romano, in realtà sono quelle carrozze per turisti trainate da cavalli, in pieno centro, in pieno traffico, salite e discese, sotto al solo d'estate, al freddo in inverno, sui sanpietrini... Gli animalisti di Roma e dintorni spesso fanno presidi, i vetturini ci odiano, ogni tanto capita qualche rissa.
    Giorni fa un cavallo è svenuto dal caldo ed è caduto, il vetturino ha cercato di farlo rialzare prendendolo a calci, è intervenuta un'animalista che ha chiamato i vigili, poi è stato soccorso. Sempre alcuni giorni fa altro scandalo: una carrozza stava portando SEI persone, un numero superiore alla norma (tieni presente che in questo periodo a Roma si muore dal caldo, in centro poi c'è un'afa irrespirabile per via del traffico), sempre un'animalista ha chiamato i vigili, che sono intervenuti, i turisti hanno rivoluto indietro i soldi, il vetturino si è arrabbiato con l'animalista, l'ha inseguita, ha chiamato altri vetturini in aiuto... se la sono presa tutti con questa donna, alla fine è successo un casino... e storie come queste sono all'ordine del giorno a Roma. Quando i cavalli sono vecchi dove vanno? Dopo una vita di lavoro, ovviamente al macello. Stiamo facendo pressioni al sindaco affinché vieti questa pratica ignobile, ma il business è business e a Roma per queste cose c'è proprio una mafia dietro che non ti dico...
    Uff... a me quei cavalli fanno una pena incredibile, ogni volta che vado in centro mi avveleno il sangue.
    E ovviamente condivido tutto ciò che scrivi, il cavallo è un animale splendido e dovrebbe vivere libero, non essere trattato come un attrezzo ginnico, una macchina ecc..
    E mi vergogno che da ragazza ho praticato anche io per un paio d'anni equitazione... altri tempi, altra testa. Non sono mai riuscita a frustare un cavallo comunque, mi dicevano di farlo, ma era più forte di me, non ci riuscivo, infatti diciamo che come amazzone ero scarsina, era il cavallo che comandava me e andava dove gli pareva (e faceva bene)! Infatti poi ho smesso, io il polso duro per fargli eseguire gli ordini non ce l'avevo, non ce lo potevo avere... evidentemente, anche se non ne ero ancora pienamente consapevole, sentivo che c'era qualcosa di sbagliato nell'usare un cavallo per sport.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Pensa che tra le tante cose assurde che ho fatto in passato sono stato un accanito "giocatore di cavalli". Ho frequentato per anni ippodromi e sale corse.

      Non mi vergogno di ciò perchè ero allora assolutamente inconsapevole, mangiavo carne ecc.

      L'ippica sta un gradino sotto all'equitazione, lì i cavalli vengono addirittura drogati, sedati, palesemente maltrattati.

      Eppure il cavallo non fa compassione a nessuno. Solo a qualche sparuto "animalista" che rischia pure di buscarsele.

      Me le ricordo le botticelle, ho vissuto a Roma cinque (orribili) anni...!

      Verwijderen
    2. Secondo me non fa compassione perché la gente pensa che sia nella sua natura trainare carrozze, portarci sulla groppa, saltare ostacoli... siccome si è sempre fatto (il cavallo poi penso che sia stato forse il primo animale ad essere domato dall'uomo), allora si crede erroneamente che sia "normale" farlo. Risiamo lì. Il solito discorso.
      In quanto al nostro passato da inconsapevoli, come dice Sdrammaturgo, vorrei tornare indietro nel tempo per insultarmi e dirmi quanto sono stronza! :-D

      Verwijderen
  3. Facendo zapping sono incappata in questi giorni in una gara olimpica di ippica, e ho pensato in sostanza ciò che esponi in questo post.
    Anche secondo me andrebbe proibito l'uso sportivo del cavallo (che mica è, per dire, una macchina da corsa, ma un essere vivente che non dovrebbe essere assoggettato ai nostri capricci sportivi).
    Ma detesto anche il suo impiego quale "trainatore" di carrozze per turisti, addirittura di pittoresche diligenze (come avviene sul passo del San Gottardo qui in Svizzera), oppure il suo utilizzo per la polizia a cavallo, retaggio presumo dei tempi in cui il cavallo era il mezzo di trasporto dei soldati in guerra (e anche qui ci sarebbe da dire molto, perché coinvolgere animali innocenti nell'orrore dei campi di battaglia? Che cosa c'entrano loro?).
    Sarebbe bello che tutti i cavalli potessero vivere liberi come avviene per un gruppo di loro che sta da queste parti, sui monti tra il Ticino e l'Italia...

    un saluto

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Guardare una gara di salto ad ostacoli fa venire i brividi. Usano quei cavalli come giocattoli. E certamente un cavallo non va usato in nessun modo, non va posseduto, non è un oggetto.
      Ciao, un saluto al Ticino!

      Verwijderen
  4. ma ve la posso dire una cosa??? se non sapete cos'è l'equitazione ma perchè parlate??? se non sapete quanto animo mette un cavaliere nel montare il porprio cavallo,quante cure ha quel cavallo che viene continuamente gratificato per quello che ci permette di fare....lo sfruttamento secondo me e ben altro....sono quei cavalli finiti in mano a persone che non se ne prendo cura,che non li nutrono come dovrebbero...o che non gli curano gli arti e gli zoccoli sono a livelli che nemmeno i cavalli riescono a muoversi quello è maltrattamento, non prendere in presto l'eleganza la forza di questo animale per poi ringraziarlo come è dovere, e curarlo per ogni piccola fiaccatura credetemi...la vita che fanno i cavalli da monta e di gran lunga migliore di molti altri cavalli...come quei cavalli che vengono utilizzati per trainare i visitatori a roma...che stanno li senza orari senza acqua ne cibo sotto il caldo e sotto la pioggia...QUESTO E' SFRUTTAMENTO!IO NON SFURTTO IL MIO CAVALLO quando lo monto per 40 minuti (perche è il massimo che il cavallo puo lavorare)e dopo il dovuto raffreddamento lo lavo con sapone linto e pinto e aspetto che si asciughi per poi ingrassare gli zoccoli fargli le dovute coccole farci due chiacchierate e arrivare a casa alle 10 30 di sera...scusate ma non lo condivido proprio!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Innanzitutto ti ringrazio per il tuo commento. Sono pochi quelli che hanno le palle di accettare il confronto su questi temi.

      Mi rendo conto che tu tratti molto bene il tuo cavallo, e fossero tutti come te i propietari di cavalli non potrei che essere contento.

      Non voglio mettere sullo stesso piano l'equitazione con l'ippica, nè tanto meno con le botticelle romane.


      Hai ragione, io di equitazione non ne so proprio nulla, e nemmeno conosco i cavalli. Però da profano se vedo un concorso ippico in tv vedo che il cavallo viene usato contro natura, ammaestrato ed obbligato a fare cose assurde e, se mi permetti, anche piuttosto ridicole (vedi il dressage).

      Un animale va amato e non usato, in nessuna maniera. Non è "nostro". Pensare di possedere un animale, e adoperarlo anche pur con tutte le dovute cure, è per me inaccetabile.

      Lo faresto con un altro essere umano? E perchè con un cavallo sì?

      Verwijderen
    2. Anonimo,
      io ho praticato equitazione quindi so cos'è.
      A me adesso, alla persona che sono diventata, non piace proprio più il concetto di "possedere" un animale per farci qualcosa, nello specifico montarlo per sport, passione, quello che vuoi. Non metto in dubbio che il cavallo sia trattato bene e, così come ha detto Despin, non voglio neanche paragonare l'equitazione all'ippica o alle botticelle. Però ad esempio rimasi molto male tempo fa quando una conoscente ha venduto il cavallo che amava perché, a suo dire, troppo vecchio ormai per montarlo e ne ha preso un altro per poter continuare a praticare il suo amato sport. Ecco, io non avrei mai venduto il mio cavallo perché ormai vecchio. Ora magari lei sarà stata un caso a parte, però è il concetto di possesso che secondo me dovrebbe essere superato.
      E comunque anche nell'equitazione il cavallo è sfruttato e costretto a fare cose contro natura: perché gli si mette il morso, e perché il frustino e gli speroni sugli stivali? Perché domarlo, mettergli la sella, le briglie? Ti risulta che i cavalli nascano con il morso e la sella? No. E allora, sempre per come la vedo noi, prendere un cavallo ed addestrarlo è sfruttamento.
      Prova tu a metterti un morso e poi a farti salire qualcuno sulla schiena, fosse anche un esserino piccolo che pesa poco e poi ad essere costretto a fare le cose che ti dice di fare questo esserino, pure se a modo suo ti dice che ti vuole bene, ti nutre, ti striglia, ti dà affetto.

      Verwijderen
    3. @anonimo
      bravo! finalmente cè qualcuno di intelligente qui!

      @de spin
      se non sai niente di equitazione non parlare

      @biancaneve
      se hai praticato equitazione e adesso la pensi cosi, vuol dire che non hai colto l'essenza di essa.

      Verwijderen
  5. e interessante parlare di queste cose....Premetto non voglio cambiare idea a nessuno....ma volglio soltanto dire la mia....a questo punto non dovreste fare allora di tutta l'erba un fascio...quando uno sportivo decide di vendere un cavallo perche troppo vecchio e di darlo ad una ragazzina che lo tratti altrettanto bene e che si prenda cura di lui...credo che anche questo sia amore primo perche credimi è la cosa piu difficile,perche quando prendi questa decisione ci soffri come un cane ma questo giustamente non viene mostrato per tv...è un amore diverso...sarebbe bello tenerlo sempre in un box? perche non si puo montare soprattuto se chi lo vende e chi lo ha montato è una persona di 60 70 kg (che influenzerebbero ancora di piu i suoi arti)poi se la metti che non bisognerebbe mettergli una sella,usare speroni e frustini(che tra l'altro nell'equitazione vengono solo mostrati al cavallo ma non usati per quanto riguarda il frustino, usare gli speroni non significa bucargli il costato al cavallo...quando usi lo sperone lo appoggi delicatamente per questo non tutti li possono usare...altrimenti si che è trattar male un cavallo e poi tra l'altro sai che volo che ci farebbe fare XD) non usare le briglie....beh allora ti dico se hai un cane dentro casa stai sfruttando anche lui...perche anche lui è nato senza collare senza saper camminare ad un guinzaglio a passo d'uomo,senza stare seduto...anche queste cose possono diventare dello sfruttamento...in fondo come è contro natura montare un cavallo è contro natura portare a spasso un cane con il guinzaglio e con la museruola(eventualmente)quando magari il guinzaglio è un bene perche cosi evita di andare sotto una macchina e come indossare una museruola potrebbe essere un bene per evitare che il cane prenda in bocca qualcosa di avvelenato per strada...allora gli animali li dovremmo vedere solo in lontanaza...senza viverli..senza poter riceve il loro amore...e senza poterlo ricambiare....
    de spin... voglio dirti solo questo...i cavalli saltano in natura....non è qualcosa che devono imparare...un puledo di 3 anni prima che viene "ammaestrato" gli si fa fare il salto in libertà senza sella senza frustino senza una persona sulla groppa...e ti dico di piu....io sono andata in passegiata stava galoppando...sulla via ho trovato dei ramoscelli di albero...la mia cavalli li ha saltati senza che io gli chiedessi di farlo....gli è uscito spontanio...forse sarei piu daccordo nel dressage quello piu complesso...che gli fanno fare quei passi che non sono per niente naturali per un cavallo li forse sarei d'accordo...ma anche il dressage ha delle fondamenta....e serve per sciogliere i muscoli al cavallo praticamente si dice Ginnasticarlo! è anche chi fa questa disciplina tiene sicuramente piu al cavallo che a se stesso! Penso che dovremmo finirla di vedere o tutto bianco o tutto nero sia noi che pratichiamo sia chi pensa invece che sia solo un abuso...esistono sempre le mezze misure :)

    BeantwoordenVerwijderen
  6. http://www.youtube.com/watch?v=T0qhYa_tAs4&feature=relmfu

    per chiarire meglio quello che voglio dire guardatevi qeusto video su youtube

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Cara Anonima
      ho guardato il video. la sensazione che ho è che le cose vengono viste dal punto di vista degli uomini, e non dal punto di vista dei cavalli. Si tende ad "umanizzare" l'animale, si pensa che esso provi le stesse sensazioni che proviamo noi. Si proietta sull'animale un qualcosa che all'animale non appartiene affatto.

      I cavalli dovrebbero vivere liberi. Punto. Chi ci dà il diritto di possedere un altro essere vivente, rinchiuderlo in una stalla, costringerlo ad essere a nostra disposizione ?

      Lo si fa molto anche con i cani, e con i gatti (vedi le mostre feline). Lo si fa anche con i bambini, o a volte persino con il proprio partner.

      Non abbiamo il diritto di possedere una persona tanto quanto non abbiamo diritto di possedere un animale. Non abbiamo il diritto di possedere ed usare un altro essere vivente, sopratutto se totalmente indifeso ed innocente.

      Certo queste sembrano cose assurde a chi, forse come te, gli animali addirittura li mangia.

      Verwijderen
  7. Anonimo, su alcune cose hai ragione.
    Anche addestrare un cane e tenerlo al guinzaglio può essere visto come sfruttamento. Il cane però ormai si è totalmente addomesticato, vive con l'uomo da così tanto tempo che sta bene a casa con lui, purché lo si faccia uscire spesso e lo si lasci correre libero (senza guinzaglio) nei parchi, giardini, in campagna. Un cane randagio si vede proprio che si avvicina agli uomini perché cerca la loro compagnia, calore, affetto, un rifugio.
    Certamente non sopporto le persone che mettono i vestiti ai cani o che, in un certo senso, li antropomorfizzano troppo.
    Sfruttamento è invece prendere un cane per fargli fare la guardia e tenerlo legato. O prenderlo per "usarlo" in qualsiasi altro modo (combattimenti, corse ecc.).
    In una relazione amicale alla pari invece non ci vedo sfruttamento.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Beh cara mia anche il cavallo allora é da secoli che é addomesticato e gli fa piacere stare con gli umani (tanto che a volte ci cerca) e ama stare in paddock libero a galoppare...é esattemente la stessa cosa ;)

      Verwijderen
  8. e quindi una relazione amichevole alla pari non ci puo essere tra cavallo e cavaliere? pensi che il cavallo non si è abituato alla presenza umana?allora come te lo spighi che la mia cavalla se la fischio io viene da me e se la fischia un altro no? (un po come un bravo cane che "obedisce"al richiamo del padrone e come un cane...sa benissimo da chi allontanarsi e da chi avvicinarsi...se tu tratti male il tuo cane...vedrai che a lungo andare il cane sara piu titubante nel venirti in contro alla tua chiamata ) tu dici che i cani randagi si avvicinano...ne ho visti anche tanti che se ne scappano...perche hanno fatto incontri poco spiacevoli...tu dici che tra l'altro il cane viene sfruttato solo quando lo si "usa" come guardia o nei combattimenti(per i quali sono contrarissima)... ma io ti dico che oggi la maggior parte delle persone usa il cane come status sibol....(mi spiego....i bastardini che si muoiono di fame...e che magari pur di fargli trovare una casa li regalano...nessuno li prende...o Quasi nessuno ,mentre se devono spendere 500 700 800 euro per un cucciolo di labrador o di pastore tedesco o di Doberman e quant'altro lo fanno) questo non è usare comunque un cane per farsi belli agli occhi degli altri? se veramente ti piace un animale(almeno come la penso io) non ti importa se è di pura razza o meno...lo prendi è basta...oppure sai quante persone prendono un cane...lo curano (gli danno da mangiare ci giocano) e poi quando sta male per non spendere 20 euro di veterinario dicono "ma tanto è un animale" il problema secondo me non è lo sport che pratico...è l'idea che ogniuno di noi ha del"saper amare un proprio animale" che sia cavallo cane gatto tartaruga coniglio gallina oca e quant'altro...

    BeantwoordenVerwijderen
  9. Anonimo,
    sono d'accordo con le tue riflessioni al riguardo di come molti equivochino su significato di "amore per gli animali".
    Non è che però elencando tutti questi esempi di "amori sbagliati" allora l'equitazione ne esca in qualche modo meglio; il giochino del "meno peggio" non mi è mai piaciuto. Verissimo che l'equitazione, rispetto ad altre pratiche, rimane una forma di sfruttamento forse più blanda, ma dire "e allora questo? E allora quest'altro?" non porta all'assoluzione della pratica, secondo me.
    Certamente chi compra il cane di razza per moda e non lo cura come dovrebbe non ama gli animali.
    Gli animali non sono oggetti e già l'idea del semplice possesso la trovo assurda.
    Per me praticare sport con un cavallo rimane una forma di sfruttamento (blanda, quello che vuoi, e non disgiunta, paradossalmente, anche da una forma di amore, non nego infatti che possa essersi venuta ad instaurare una relazione bellissima tra te e il cavallo).

    Poi vorrei farti anche io la stessa domanda che ti ha posto l'ospite di questo blog: tu mangi gli animali?

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Io non lo trovo sfruttare bensì collaborare...perche cio che lui da a me io lo ricambio.

      Verwijderen
  10. nooooooo siete tutti vegetariani convinti????non mangio carne di cavallo ne di vitello ne di capretto e ne di coniglio ne di agnello...ma il maile e il pollo lo mangio (due volte a settimana...per il resto mangio prodotti degli animali,uova formaggi in generale...voi non mangiate nemmeno quelli giusto?)...non perche disperzzo questi animali...o li reputo da macello,ma semplicemente perchè l'uomo nella sua alimentazione ha bisono di proteine sono sicura che se li allevassi io non ci riuscirei ad ucciderli... pero li mangio)...proprio come il leone mangia la gazzella per il bisogno di sopravvivenza
    e uno non lo fa per lo sfizio di uccidere l'animale o perche si sente forte nel magiare una succulenta bistecca al sangue,lo fa per nutrimento per bisogno di vivere...attenzione a non mangiare carne..perchè il ferro nel sangue si abbassa...e si diventa anemici col tempo... e non è una bella cosa
    poi io non voglio convincere nessuno sinceramente a quello che credo io...voglio E LO RIPETO dire solo la mia...
    poi se non mi sbaglio...io ho detto precedentemente che dovremmo essere entrambi ad abbassare il dito verso l'un l'altro.NESSUNO E' PERFETTO,NESSUNO HA LA RAGIONE AL 100% io sto cercando di dire semplicemente che forse "usare"(come lo intendete voi) un animale...lo facciamo tutti anche chi pensa di non farlo se la mettiamo come stai dicendo tu...usiamo le amicizie(l'essere umano)...figurati...e solo che io vedo questo tuo "usare" come "vivere un animale" è ti posso dire un'altra cosa? io sono andata in depressione per vari moti...e se ne sono uscita fuori è stato grazie a loro al mio cavallo è al mio cane...e se questo per te significa averli utilizzati io ti dico che invece li ho semplicemente vissuti giorno dopo giorno ricevendo il loro amore e ricambiandolo nelle mie possibilità...non facendoli mancare nulla trattandoli come esseri umani...dando loro le miglio cure e attenzioni...
    poi se ho sbgliato qualcosa Dio che ama anche il piu piccolo degli esseri sulla terra saprà cosa fare... :)

    BeantwoordenVerwijderen
  11. mi scuso con l'ospite di questo blog se non ho risposto prima alla domanda ma non l'avevo letta!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Carissima le proteine le trovi nei vegetali: fagioli, lenticchie, piselli, ceci, soia sopratutto. Se unisci i legumi con la pasta o con il riso (o con qualsiasi altro carboidrato) ottieni proteine di alta qualità esattamente uguali a quelle della bistecca. Il ferro il calcio e tutto il resto lo trovi anche nei vegetali.
      Io sono 10 anni che non mangio carne nè pesce e da più di due anni nessun derivato animale (formaggio uova latte) e sono sanissimo, mai stato meglio.

      Quindi se mangi carne sappi che non lo fai per necessità ma solo per sfizio. Uno sfizio che costa la sofferenza ed il massacro di miliardi di animali meravigliosi quanto il tuo cavallo.

      Se desideri maggiori informazioni sulla alimentazione vegetariana e vegana puoi cercare su internet e trovi un universo di ricette, notizie mediche e quant'altro. Se preferisci chiedere a me sei la benvenuta.

      Ma forse preferisci lasciar perdere, continuare a massacrare polli e maiali, è certamente più facile che cambiare in parte la propria alimentazione.

      Un saluto

      Verwijderen
  12. Anonimo,
    lo sfruttamento sistematico degli animali da allevamento da parte dell'uomo non ha nulla della naturalezza con cui il leone caccia la gazzella per vivere, credimi. Intanto l'uomo non è carnivoro, ma nasce frugivoro e solo dopo diventa al limite onnivoro, secondo poi il leone mica partecipa di un massacro di migliaia di gazzelle al giorno, né le alleva o usa per altri scopi.
    Non sei informato sull'alimentazione vegana, il ferro non manca affatto, anzi, nei vegani i livelli sono migliori che nei carnivori, né mancano altre sostanze necessarie. Se fosse come tu dici tutti i vegani e vegetariani del mondo (miliardi, da millenni) sarebbero morti ed invece godono di migliore salute rispetto agli onnivori e non soffrono di tante patologie derivate dal consumo di grassi animali.
    Comunque nemmeno noi stiamo cercando di convincere qualcuno, solo non ci piacciono le inesattazze.
    Se vuoi informarti c'è tantissimo materiale a disposizione sul web.
    Mi spiace per la tua depressione, il fatto che il tuo cavallo ed il tuo cane ti abbiano aiutato a superarla dovrebbe farti riflettere sulla meraviglia della loro natura ed indurti a riflettere sul fatto che un pollo da batteria non è da meno.
    Saluti.

    BeantwoordenVerwijderen
  13. P.S.: scusa, mi sono rivolta a te al maschile, alla fine ho capito che sei una donna. Vabbè, tanto non siamo sessisti, no? Uomo, donna, che importa, sempre esseri viventi siamo... come gli animali, anzi, siamo anche noi animali. ;-)

    BeantwoordenVerwijderen
  14. ...noooooooooooooooo...siamo tutti vegetariani convinti!!..aiuto!

    PS:
    Contro l'anemia consigliano specialmente carne di cavallo cruda..

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
  15. ..e..attenzione a non mangiare carne, potreste diventare come loro:

    http://www.youtube.com/watch?v=hZv0milS6hE

    :)

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Bel video! Io non arrivo a tanto, ma nel mio piccolo mi faccio ogni giorno per lavorare chilometri e chilometri in bicicletta, spesso con vento molto forte...e non sono nemmeno più un ragazzino!

      Pasta e fagioli! Riso e piselli! Patate e lenticchie! Altro che cadaveri, macelli, allevamenti, torture, urla e disperazione.

      Le sciocchezze e le falsità che vengono dette sul tema dell'alimentazione hanno dell'incredibile.

      Solo il fatto di poter paragonare l'essere umano al leone...il leone è carnivoro ma l'essere umano è onnivoro. Allora perchè non paragonare l'essere umano alla mucca? La mucca è erbivora, il leone è carnivoro, l'essere umano è onnivoro. Terza elementare. Eppure questa cosa tutti la dimenticano. Sono tutti convinti che mangiare carne sia necessario ed è una delle più grosse menzogne che ci vengono inculcate.

      Verwijderen
  16. tranquilla non ci sono problemi :) non mi sono fatta problemi nel parlare in un post dove siete tutti d'accoro chi piu chi meno...figuriamoci se adesso mi poterei fare problemi se mi hai dato del "lui"...e poi oggi come oggi mi reputo una ragazza con le palle quindi ci puo' stare anche :)
    mi piacerebbe saperene quanlcosa di piu sul vostro modo di pensare e di alimentarvi...non sono bigotta mi piace relazionarmi con culture diverse...ma tipo no...se voi siete vegetariani...anche i vostri cani e gatti lo sono?? o forse preferite non tenerli in casa (perche ,giustamente,tenere in casa un cane è contro natura,quindi siete per gli animali liberi in liberta,belli ma da lontano per paura di contagiarli dalla nosta mania di utilizzo??) e poi un'altra cosa con che trucchi vi truccate,o con che saponi vi la vate? no perche credo che lo sapete che nei saponi ci sono grassi di foche e di balene(e su questo sono pienamente d'accordo con voi...la caccia di qualsiasi tipo credo che sia la cosa piu' assurda)...idem nelle creme e nei cosmetici vari...si arriva addirittura a mescolare placente di aborti perchè ricche di vitamina E....piccole curiosità che uno generalmente si chiede ma non puo avevre una rispsota perche io personalmente persone vegetariane non ne conosco...quidi diciamo che sono ignorante su questo argomento!e cmq un medico mi ha detto che mangiare sempre verdure o alimenti ricchi di fibbre all'ungandare puo provocare un irritazione dell'intestino e diverse patologie...non so forse anche lui non ne sa nulla su questo argomento...pero mi piacerebbe approfondire!

    BeantwoordenVerwijderen
  17. un altra domanda...se uno è allergico ad alcuni legumi come fa a diventare vegetariano?
    sai puo essere che ho anche letto con tono sbagliato le vostre risposte o forse no...ma cmq leggo un tono di"superiorità" ed è questo che mi lascia pensare...cioè chi mangia carne non è detto che non ama gli animali...o chi porta un cane a spasso per il guinzaglio non è detto che non ama gli animali,cosi come non è detto che non ama gli animali chi va a cavallo(per come è stato posto il post...chi legge interpreta questo...cioe ci avete descritto come qui cacciatori di foche...ed è per questo che sono intervenuta ,non trovo giusto dire tu vai a cavallo e automaticamente a te non ti interessa dell'animale ma solo dello sport che tu fai...(è qsto mi ha fatti girare un po')quel mio "nooooo siete tutti vegeariani conviniti" non voleva essere un modo per discriminarvi o quant'altro io ripeto...se avessi un allevamento di mucche o di conigli o di polli...li regalerei vivi...e non morti... io forse sbaglio...ma in qualche modo sono piu propena all'alevamento che alla caccia (che la trovo uno spreco visto che abbiamo la possibilità di allevare qundi non estinguiamo la specie ma ce ne nutriamo anche)si forse se ne fa troppo abbuso ci puo anche stare,c'è troppa ignoranza su questo argomento...ma è come se vi sentite i paladini di non so bene cosa...capisco le vostre buone ragioni...mah non c'è questo bisogno di sentirsi gli amanti assoluti della natura e degli animali...almeno credo...poi non lo so...ma gari ho interpretato io male i vostri post....

    sempre elvira! :/

    BeantwoordenVerwijderen
  18. Elvira non si tratta di amare o meno gli animali si tratta di rispettare la vita in quanto tale ogni qual volta essa si manifesti, che prenda la forma di un cane, di una mucca, di un uomo o di un cavallo poco importa.
    Tutto il resto viene da se.

    Per le tue domande su come facciamo a sostituire certe cose con certe altre ti posto questo link, penso tu possa trovarci tutte le risposte:

    http://www.vegfacile.info/

    ..ovviamente se ne trovano parecchi e anche piu' approfonditi..questo, secondo me, va bene per schiarirsi un po' le idee.


    @despin:
    Mettono il buon umore!
    Personalmente, anche se non sembra, sto facendo vita sedentaria quindi allenamento allo sforzo praticamente zero..
    L'altro giorno mi e' arrivato il pellet per l'inverno (9 quintali di sacchi da portare in magazzino che si trova al fondo di una discesa piuttosto ripida ed angusta)..con una tazza di muesli bello farcito in corpo un paio di noci e due datteri ho finito il lavoro in poco piu' di mezz'ora..e non ero neppure troppo affaticata.
    (sono una vegan-pellet-warrior)

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
  19. Grazie renata..ho letto....molto intressante (vedro anche di approfondire ma ci sono alcune domande fatte sopra a cui ancora non ho trovato risposta)ma ci sono certe cose che non riesco a concepire...e che forse non tutti fate(mi auguro)....tipo chiedere alle persone con cui mangiate di non mangiare carne se mangiate insieme...per rispettare "il vostro essere sensibili alla vista di animali fatti a pezzi sulla tavola" e dov'è il vostro rispetto per noi..se veramente fate cosi la trovo davvero una cosa poco rispettosa....perche se io mangio con un vegetariano...per la prima volta ,si ovvio chiedo mi informo...ma non pretendo nulla da lui...e credo che anche lui non debba pretendere qualcosa da me...(che io sia un parente e che quindi con lui mangio tutti i giorni o un amico) poi ritornando al velo di superiorità che leggo nelle vostre risposte chi ha scritto questa pagina non se l'ha risparmiato:"Così, al rompiscatole di cui sopra, potrai fare tu le battute sarcastiche (tanto sei meglio di lui di sicuro!)" questo sentirsi migliore di un altro poi con una certa sicurezza...che secondo me non dovrebbe essere cosi... perche ognuno nella vita fa delle scelte ma questo non significa che le vostre siano giuste e le nostre meno giuste....o viceversa...se un giorno dovessi diventare una vegetariana...risponderei alle domande fattemi ma di sicuro non costringerei altri alla mia presenza a non mangiare carne...o derivati di animali...potrei non condividere la loro scelta di alimentazione ma l'acceterei come glialtri potrebbero non condividere la mia(in caso diventassi vegetariana) ma sarebbero costretti ad accettarla perche non potrebbero forzarmi a mangiare animali! Elvira!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Elvira se e quando ti accorgerai dell'orrore e delle atrocità di cui voi mangiatori di animali vi rendete responsabili, forse quel giorno comprenderai anche le reazioni di noi esseri umani definiti "vegani".

      Se tu andassi al ristorante e dovessi sedere al tavolo con qualcuno che sta mangiando spezzatino di bambino, penso che ti alzeresti ed andresti via.

      Non posso rispettare chi mangia carne (o pesce). Come fai a chiedere rispetto nel commettere strage ed assassinio di innocenti?

      Io sono stato mangiatore di animali per anni, quindi non sto a condannare il passato. Ma se diventi consapevole dell'orrore allora smetti istantaneamente, senza stare a dire se e ma. Si tratta della vita di miliardi di essere viventi meravigliosi, i tuoi se e i tuoi ma dimostrano che in fondo non te ne frega niente, o no?

      Inizia a smettere di mangiare animali, e poi preoccupati dei trucchi e delle saponette (che anche sono importanti, ma sono un passo successivo).

      Se uccidi innocenti per puro sfizio non chiedermi rispetto, mi è impossibile concedertelo.

      Qui nessuno è superiore o inferiore. Si tratta di essere consapevoli di ciò che si porta alla bocca, tutto qui. Non mi sembra poi una cosa così difficile, basta guardare.

      Verwijderen
  20. Semplicemente sfruttare un cavallo che deve vincere al posto tuo è sbagliato. La medaglia d'oro la dovrebbe ricevere il cavallo, non l'uomo.
    Che merda di sport... che poi magari se un cavallo come si suol dire "promettente" o che ha già vinto un sacco di gare, si rompe una zampa, subito al macello o a marcire da qualche parte. Questa è la riconoscenza umana...
    Secondo me un cavallo dovrebbe essere trattato con rispetto, e come un amico. Non devi sfruttarlo per vincere le tue gare. Vuoi la medaglia d'oro? Saltati gli ostacoli e meritatela...

    BeantwoordenVerwijderen
  21. Elvira,
    come si può rispettare chi per primo non rispetta la vita?
    Sia chiaro, io mangio spesso con onnivori che non si fanno problemi ad ordinarsi la bistecca pur sapendo che a me la vista di un animale morto sul piatto provoca orrore ed angoscia e non è che gli manchi di rispetto nel senso che lo picchio o allontano o altro, però di certo non si può pretendere che abbia la mia stima o appoggio incondizionato. Semmai è lui che manca di rispetto a me, conoscendo la mia sensibilità.

    Per truccarmi, lavarmi, curarmi la pelle, vestirmi uso prodotti non testati su animali e privi di ingredienti animali. Nulla di più semplice da reperire nell'era di internet dove si possono trovare tutte le informazioni in materia.

    I gatti che ospito (trovatelli raccolti sui bordi della strada in condizioni terribili e che non avrebbero avuto una vita facile in strada - vivo in città ad alto tasso di traffico - non certo acquistati al negozio) sono animali carnivori e quindi gli do la carne. Nella visione antispecista, in un futuro che si spera non troppo lontano, nessuno dovrebbe più addomesticare animali, ma stabilire al massimo con loro una libera e reciproca relazione amicale, ognuno nel proprio habitat, a meno che non sia l'animale a scegliere di dormire accanto a noi sul nostro divano. ;-)

    Alle allergie ai legumi (a parte che trovo improbabile essere allergici ad ogni tipo di legume, giusto le fave possono provocare il favismo), si può sempre ovviare con il seitan o altri tipi di alimenti proteici derivanti da vegetali.

    Non mi piace dire "quella donna ha le palle", trovo che sia un'espressione sessista perché lascia sottointendere che solo gli uomini dotati dei loro attributi maschili possano essere in gamba. Sono una rompiscatole, lo so, ma, come te, adoro il confronto. ;-)

    BeantwoordenVerwijderen
  22. bho...non so...su alcuni punti mi trovate d'accordo ma su altri..diciamo che non la vedo come voi...

    de spin...sai come si dice paese che vai usanza che trovi...io ripeto...se qualcuno mangiasse carne di esseri umani (anche se secondo me....lo stiamo gia facendo....vi siete mai chiesti dove vanno a finire i cinesi che arrivano in italia e muoiono in italia?"ormai piu che carne di maiale o di altro animale...magiamo carne di cinesi morti...va beh...ma qst sono altre questioni...)non condividerei le loro usanze,magari direi la mia,proverei a convincerli che è un massacro... ma proverei a convincerli...non lotterei a tutti i costi per provare a cambiare la loro "cultura assurda quanto vuoi,ma non per questo condannabile o da estinguere"io sono per la pratica di cultura libera...nei limiti del rispetto altrui...(vi potrà sembrare assurdo qeusto discorso ma per me la cultura la tradizione di un popolo è importante!(o forse non essendomi mai trovata a saper che il mio commensale mangia care di essere umano puo essere che dico una sceffolata)

    Volpina...se tu pensi che l'equitazione sia uno sfruttamento fallo pure...ma a questo punto qualsiasi animale tu tenga in casa...che l'hai fatto sterilizzare o quant'altro o se hai un cane con un collare e lo porti a spasso con guinzaglio anche questo è uno sfruttamento......(e ritorniamo al discorso di prima)

    Biancaneve: non credo che chi mangia insieme a te un fettina di aniamle possa pensare che tu condivida a pieno la sua alimentazione...ma almeno accettarla...nel senso non è che se il tuo ragazzo o un tuo amico decide di mangiare un animale tu prendi e ti alzi e te ne vai...questo penso che sia a livelli di educazione e di rispetto alle diverse culture...alla fine e come se io sono cattolica e mangio con un mussumalno si mangia insieme nel rispetto di ciascuna cultura se io mi faccio il segno di croce prima di iniziare a cibarmi lui non deve pretendere che io non lo faccia come io non posso pretendere che lui non faccia qualche altra cosa...snza imporre qualcosa l'una all'atro...
    A quindi agli animali che avete in casa lasciate mangaire la loro alimentazione...hai letto il picco principe?? sopratutto il piccolo principe è la volpe? credo che sia il passo piu bello e piu significativo che ogni essere umano che è a contatto con un animale deve avere sempre in mente! se non te lo ricordi ti linko dove puoi trovarlo!io ogni volta che lo leggo piango!
    pe quanto riguarda l'espressione sessista beh non ci avevo pensato forse è vero...anzi togli il forse.... Elvira,

    BeantwoordenVerwijderen
  23. Inutile...
    Il Veganismo e' solo per gente che non se la mena.

    Renata

    PS:
    Non mi e' mai capitato di chiedere o di veder chiedere ai carnivori di non mangiare carne quando seduti accanto a dei vegetariani..probabilmente la cosa avviene di rado..i miei amici, che non sfrutto, quando mi invitano a casa loro per cena cucinano vegan..e sono pure contenti di farlo perche' sanno che a me fa piacere e loro mangiano in modo diverso dal solito (il dolce lo porto sempre io eh, eh)
    Personalmente credo che certe scelte (alimentari e non solo) vengano dettate dal buon senso, tutto il resto e' fuffa.

    Per quanto riguarda il cibo dei gatti che vivono con me ho iniziato a mischiare le loro crocchette a base di carne con quelle a base vegetale..vediamo come va.
    Il cane e' onnivoro per cui riesce a stare tranquillamente senza carne.

    @despin:
    Secondo me l'uomo non e' mica tanto poi cosi' onnivoro come si pensa.
    Il cane e' onnivoro, ma gia' a partire dal tipo di masticazione o dalla dentatura e' molto diverso dall'uomo.
    Si, poi se l'uomo mangia la carne non muore, ma il fatto che non muoia non credo basti a bollarlo come onnivoro.
    Penso che il cibo elettivo dell'animale uomo sia la frutta.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. @ Renata
      L'uomo infatti nasce frugivoro (mani prensili per cogliere i frutti dagli alberi e dai cespugli, non certo artigli e zanne per sbranare), poi pian piano si è adattato a mangiare di tutto, anche a cacciare, con l'ausilio di armi, prima dell'avvento dell'agricoltura.
      La cultura della carne in Europa infatti è stata diffusa da quelle popolazioni nomadi provenienti dalle steppe euroasiatiche.

      @ Elvira

      Io cerco sempre di non macchiarmi del cosiddetto vizio dell'etnocentrismo (cioè quell'atteggiamento che ti fa giudicare le altre culture esclusivamente attraverso i parametri della propria), però converrai con me che - differenze culturali a parte - esistono dei valori che dovrebbero essere universalmente condivisi, quale appunto il rispetto per la vita.
      Ora, se un musulmano recita prima di mangiare le sue preghiere, ma non fa male a nessuno, a me sta bene, diverso sarebbe se nel nome della sua religione pretendesse di farmi indossare il burqa o volesse chiudermi dentro casa perché sono una donna. Cosa diresti di quelle culture in cui è prevista la lapidazione delle donne accusate di adulterio? O di quelle in cui si pratica l'infibulazione? Capisci che non si possono rispettare o condividere tutte le pratiche culturali se queste calpestano i diritti degli esseri viventi (animali umani o non umani che siano).

      Verwijderen
  24. @Biancaneve:
    Anche sotto il profilo fisiologico la frutta e' l'unico alimento totalmente assimilabile dal nostro organismo.
    Ed il piu' simile al latte materno umano.
    Il problema e' che non c'e' piu' la frutta di una volta.

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Sì, vero Renata.
      E vero anche che purtroppo non si riesce più a trovare della buona frutta (quella che compro al supermercato non ha sapore, non è dolce), bisogna però andare nei mercati rionali, lì trovi ancora i piccoli contadini che portano la frutta del loro orto, inoltre è un acquisto equo e sostenibile perché essendo contadini di zona viene abbattuto il costo del trasporto e l'inquinamento.

      Verwijderen
  25. Questo articolo fa solo che ridere.
    Venite nel mio maneggio, o andate in un concorso di salto, dressage o completo e guardate come trattiamo i cavalli, se li usiamo come macchine per vincere le medaglie d'oro. Se non sapete come stanno le cose non parlate, anche perchè quando si premia il cavaliere che sale sul podio con la medaglia al collo chi c'è di fianco a lui? il suo amato cavallo.. non è sfruttamento, è amore, passione, è vita.
    Eh per favore non dite che se un cavallo si fa male, si rompe qualcosa si manda al macello, perchè non è vero.. i proprietari di ogni cavallo firmano un documento che dichiara che il cavallo non potrà mai essere abbattuto o mandato al macello.
    Noi cavalieri, noi appassionati di questo meraviglioso sport diamo l'anima per i nostri cavalli, io passo tutto il giorno tutti i giorni in scuderia dalle 7 alle 21 che ci sia caldo o freddo!
    Dietro a una medaglia d'oro non c'è lo sfruttamento, c'è fiducia reciproca, cosa pensate che quando un cavallo vince si butta nel box fino alla prossima vittoria? NO! si accudisce al meglio con veterinari, maniscalchi, massaggiatrici, fisioterapisti, dentisti.. si fa di tutto per dare il meglio ai cavalli.

    l'agility dog allora? è la stessa cosa con i cani, dal vostro punto di vista allora è sfruttamento anche questo giusto? -.-"
    ripeto: SE NON SAPETE, NON PARLATE (fate piu bella figura)

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Te l'ha detto il cavallo che gli piace correre? Ma a parte l'essere trattati bene o non bene,trovi giusto che qualcuno ti metta una soma addosso, ti obblighi a saltare e a fare tutte quelle cazzate che in natura eviteresti tanto di fare? Non me la smenare con la storia del fatto che in natura starebbero peggio che da voi, perchè se le creature crescono e vengono lasciate nel loro habitat naturale stanno benissimo così come sono.
      Ero, sono e rimarrò del parere che qualsiasi forma di schiavismo da parte dell'uomo sull'animale sia sbagliata. Anche quella in minima parte.
      E' sbagliatissimo. E' ingiusto dover far fare anche al cane quei percorsi stupidi. Ingiusto perchè il cane morirebbe per farci felici e fa pure queste cose stupide.
      Questa è la differenza, che loro sopportano e cercano di renderci il più felici possibile, quando a noi non importa nient'altro che fare bella figura.

      Sono felice che i tuoi cavalli stiano bene e siano trattati a quanto pare con "giustizia", e che tu stia dedicando la tua vita per loro, ma sono convinta che gli animali debbano essere lasciati in pace. Non sono su questa terra per sollazzare l'uomo. Direi proprio di no.

      Verwijderen
    2. Lo sappiamo che il cavallo non è nato per saltare, però un giusto allenamento unito alla coscienza dei limiti dell'animale ed al rispetto dello stesso lo portano a praticare questa disciplina come un gioco... ed a dirla nemmeno il cane è nato per essere portato al guinzaglio...

      Verwijderen
    3. Deze reactie is verwijderd door de auteur.

      Verwijderen
    4. concordo con anonimo.
      ma voi pensate che i cavalli saltano solo perchè sono terrorizzati dall'uomo? no perchè gli piace, è un semplice gioco per loro. se non fanno quello che gli è richiesto è solo perchè cè sfiducia tra cavallo e cavaliere.
      il mio cavallo quando vede un salto diventa pazzo, e quando lo lascio in libertà si mette a saltare da solo... non è sfruttamento! idioti!

      Verwijderen
    5. E certo che ad un cavallo gli piace saltare! Anche a me piace fare l'amore. Ma un conto è che possa fare l'amore come e quanto piace a me, un altro conto è che qualcun altro mi dica come e quando debba farlo.

      Non sono i vostri giocattoli.

      Verwijderen
  26. Quindi i cavalli dovrebbero essere solo animali da macello? Rinchiusi in un box a ingrassare per poi essere uccisi come maiali, mucche, galline e gli altri.
    Ahhahah ok da domani tutto il mondo deve lasciare liberi gatti, cani, cavalli, pesci e tutti gli altri animali perchè questo è schiavismo! A te il cane ti ha detto che vuole stare in casa?
    Cavolate
    su cavolate state dicendo

    BeantwoordenVerwijderen
  27. inanzi tutto nell'equitazione non vengono sfruttati i cavalli, tra cavallo e cavaliere si forma feeling che porta a fidarsi l'uno dell'altro, dato che non sai un ca**o sulle discipline dell'equitazione ti spiego come si comportano
    DRESSAGE: molti la ritengono una disciplina "squallida", dove si sottomette il cavallo e li si fa solo del male... se come me, avete avuto un minimo di esperienza sapete che il dressage serve appunto per far valorizzare i movimenti naturali del cavallo
    SALTO OSTACOLI: può sembrare brutale far saltare a un cavallo certe cose, ma il cavallo sugli zoccoli ha degli ammortizzatori che evitano che esso si faccia male nell'atterraggio dopo il salto,in piu a molti cavalli piace saltare...

    non ho voglia di scriverle tutte (anche se potrei) ma solo queste 2 discipline servono a dimostrare che il cavallo on viene "sfruttato e maltrattato" poi pensa, un cavallo è 10 000 volte più forte di noi, se non li piacerebbe fare una cosa credo che ci scaraventerebbe a terra senza problemi -.-"

    BeantwoordenVerwijderen
  28. A casa mia abitano due gatti. Questi due gatti sono sempre liberi di entrare ed uscire. Li ho ospitati a casa perchè erano abbandonati in un canile.

    Viviamo in simbiosi, siamo amici, io non penso di possederli. Non mi sognerei neanche di utilizzarli per una mia qualche attività. Per il mio sollazzo, o per far vedere quanto sono bravo. Cerco di capire di cosa hanno bisogno. Non li tengo qui in funzione di qualche cosa, sono solo onorato della loro presenza, affascinato dalla loro purezza.

    Forse ai tempi dello schiavismo c'era qualcuno che gli schiavi li trattava pure bene. Magari certi schiavi stavano pure meglio di tanti uomini liberi.

    Che siano gatti, cani o cavalli, gli animali sono sacri, non si adoperano a fini strumentali.

    Voi gli animali addirittura li mangiate. Certo, non i vostri cavalli (spero), ma i maiali? Le mucche? Le galline? I pesci?

    Quindi è ovvio che vi sembra che i vostri cavalli siano fortunati in confronto alle "bestie da macello". Siete magnanimi. Trattate bene i vostri schiavi, tanto quanto trattereste bene un'auto di lusso.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Allora la polizia e vigili del fuoco non possono usare i cani per salvare le persone da terremoti, nubifragi giusto? Patetici

      Verwijderen
    2. Ci sono oggi numerose tecnologie a disposizione. Come non userei un bambino, così non userei un animale. Così come un Bambino Poliziotto sarebbe un abuso al bambino, così il Cane Poliziotto. Il cane è nato per fare il cane, niente altro.

      Da dove viene il diritto di poter usare un altro essere (per di più assolutamente indifeso) per i propri fini?

      Verwijderen
    3. Forse perchè il fiuto di un cane è più preciso, forte di qualunque macchinario?
      Con persone come te che preferiscono fare morire un uomo che un animale non si puo parlare, vai da uno psicologo. Stupido ignorante cafone

      Verwijderen
    4. Da uno psicologo? Mi vuoi proprio rovinare allora!...

      Verwijderen
    5. Comunque a parte gli insulti che non mi fanno nè caldo nè freddo, qui si sta deviando su casi limite che andrebbero discussi con maggiore competenza.

      Di certo il fine di salvare una vita umana pone dilemmi. Certamente però il fine ludico/sportivo, ovvero frivolo, non giustifica in nessun modo l'uso di un animale. E non perchè io sia pazzo ma perchè pazzo o totalmente addormentato è colui che non sa riconoscere e dunque rispettare la bellezza di qualsiasi animale. Alla pari dell'animale uomo.

      Verwijderen
  29. nn potete capire quanta passione ci mettiamo noi!!i cavalli sono decisamente trattati meglio in un maneggio!!nn ne dubito ke per loro la libertà sia il massimo ma esempio in estate ke hanno tanto caldo gli facciamo sempre le docce e lavoriamo poco in inverno li ricopriamo di coperte per nn fargli soffrire il freddo.... gli puliamo sempre il corpo e gli zoccoli così nn marciscono gli zoccoli!!! io a fine lezione do sempre i biscotti appositi al mio cavallo per ricompensarlo del duro lavoro e sforzo che ha fatto per me!!! a momenti tratto meglio il mio cavallo ke le mie amike!!! diamo ttt il cibo ke necessitano e nn gli facciamo mancare niente!OK... è proprio vero ke certe persone maltrattano i cavalli solo per puntare ai soldi vinti nelle gare ma nn ttt sn così per alcune persone me compresa i cavalli sn ttt la loro vita!! i cavalli nei loro box hanno tutto quello ke li serve e nn è vero ke sono sempre chiusi li dentro.. in estate sono quasi sempre in paddoc a riposarsi e mangiare erba!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    BeantwoordenVerwijderen
  30. Chissa' allora la carne di cavallo da dove arriva..

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Tutto questo amore per i cavalli, e non ho mai sentito di nessuna iniziativa da parte della F.I.S.E. o di qualche altra associazione equestre per far rendere illegale la macellazione dei cavalli.

      Verwijderen
    2. Comunque sia le foto che hai postato per questo articolo parlano da sole...basta mettere a confronto la prima (quella con i cavalli liberi di correre) con le altre..

      Renata

      ..e, senza divagare troppo, sfido qualsiasi umano a dire di preferire far ginnastica in palestra, seguendo i comandi di un istruttore (pensa all'ora di ginnastica a scuola col prof. che tiene il tempo sul tamburello e ti fa fare esercizi che a te, magari, non interessano minimamente), a correre in un prato o saltare da uno scoglio all'altro un po' quando e come meglio crede.

      Oppure non fare assolutamente niente, semplicemente perche' ti va cosi'.

      Verwijderen
  31. Pare anche a me Renata che le foto parlino da sole. L'uomo ha assoggettato il cavallo da così tanto tempo ed in maniera così devastante che ormai sembra addirittura strano vedere dei cavalli correre in libertà nella natura. Ci è molto più familiare l'immagine del cavallo "montato dal fantino" (senti come suonano stonate le parole tra le virgolette).

    E la differenza è davvero stridente. Cosa ha prodotto l'intervento dell'uomo!

    BeantwoordenVerwijderen
  32. A tutti coloro che stanno intervenendo a favore dell'equitazione, non so se avete visitato il link di Agire Ora che ho messo sul post. Lì tra l'altro si legge:

    "Saltare una dozzina di ostacoli in una gara, di cui alcuni oltre i due metri di altezza, in spazi ristretti, non e' affatto naturale ne' senza conseguenze fisiche per un cavallo del peso di 4 quintali. I mezzi coercitivi nell'addestramento consistono nel colpire gli arti del cavallo in fase di salto con delle sbarre per costringerlo a tenere le zampe molto sollevate in modo da evitare di toccare gli ostacoli (il farlo costituirebbe una penalita' in gara).

    La stessa normalita' dei maneggi e delle stalle, per i cavalli significa prigionia. E' forse normale essere costretti a trascorrere la maggior parte del proprio tempo rinchiusi in stretti box, per poi uscire ed essere "usati" solo per qualche ora e nemmeno tutti i giorni... e sempre per soddisfare le esigenze, o meglio il capriccio degli umani?

    Non sempre la violenza assume le forme piu' crude ed evidenti del sangue sparso, delle bastonate, o del bisturi del vivisettore: l'addestramento, o meglio la coercizione a fare cio' che noi vogliamo e' essa stessa violenza. Far nascere animali per privarli della loro liberta' e soffocarne l'istinto naturale e' violenza."

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. In effetti guardando le gare ad ostacoli sembra che il cavallo si "trattenga" proprio a causa degli spazi ristretti in cui si trova.

      ..e poi, dai, camuffati con dei vestimenti clowneschi ridicoli.

      Renata

      PS:Direi che questo commento di un ospite anonimo la dice tutta:

      "io a fine lezione do sempre i biscotti appositi al mio cavallo per ricompensarlo del duro lavoro e sforzo che ha fatto per me!!!"

      Cazzo gliene frega del biscotto al cavallo quando tu lo hai stressato per due ore con esercizi idioti anziche' lasciarlo correre libero come meglio crede LUI.

      Verwijderen
    2. 1- le gare arrivano solo fino a 160m, si superano solo i 2m nella potenza e se il cavallo c'è la fa.
      2- quando si fanno prendere le bariere apposta al cavallo tirandogliele sulle gambe lo fanno solo i cretini, come ci sono i cretini che maltrattano cani e gatti.
      3- la fise appoggia un sacco di iniziative contro la macellazione, ma senza successo.

      Verwijderen
  33. Dicono che il cavallo sia un animale molto sensibile ed intelligente, per cui credo che nei confronti del fantino provi una gran pena mischiata ad infinita pazienza..

    Della serie:

    "Ma con tutte le cose intelligenti che potremmo fare insieme proprio 'ste stronzate ad ostacoli dovevi propormi?"

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Se è cosi intelligente da pensare questo perché allora non ci sbattono a terra appena saliamo oppure non co morsicano, calciano appena ci vedono?

      Verwijderen
    2. Evidentemente tu non sai cosa voglia dire essere intelligenti.

      Renata

      Verwijderen
  34. Appunto, le foto parlano da sole.
    Mi domando poi se davvero al cavallo piace eseguire gli ordini del fantino, come mai si renda necessario dargli il biscottino come premio alla fine.
    E, giustamente, come dice Renata, mi domando anche io da dove provenga la carne di cavallo.

    BeantwoordenVerwijderen
  35. P.S.: e comunque sì, credo che la gente ormai sia talmente abituata a vedere i cavalli imbrigliati e montati da pensare che sia lecito e "normale" farlo solo perché lo si è sempre fatto. E' esattamente la stessa cosa che mi ha detto mio padre in una recente discussione in cui si parlava delle botticelle. Ha risposto che "lo si è sempre fatto, il cavallo è un animale robusto ecc.". Dunque, nella logica della gente, una cosa è legittima solo perché la si è sempre fatta.
    Questo è spegnere il cervello e non usare la capacità critica.
    Mi domando a questo punto chi sia il vero stupido, ignorante, cafone. :-D

    BeantwoordenVerwijderen
  36. Se l'equitazione non è uno sport perchè si "maltrattano i cavalli" all'ora potremmo considerare il tenere animali domestici in casa come prigionia per animali... cosa pensate che i cani e i gatti non soffrano stare chiusi in casa? Ora non voglio aggredire chi ha animali xkè mi sembra una cosa tenerissima condividere qualcosa con un cane e così è anche per il cavallo... pensate che stiano meglio all'aperto con tafani e moschini senza erba fresca da mangiare o acqua e con malattie che vengono trasmesse da cibo o acqua avvelenate????
    Chi non conosce i cavalli che stia ASSOLUTAMENTE ZITTO va bene sfruttare troppo il cavallo non va bene ma sono animali viziati e ben tenuti che quando fanno bene o male il loro lavoro vengono RICOMPENSATI COMUNQUE perchè qualunque buon cavaliere che si rispetti sa capire il proprio cavallo e fargli imparare i propri errori!!!

    Se si abolisse l'equitazione si dovrebbe abolire anche il macello cosa credete che non vengano sfruttati li gli animali??? Meglio avere un cavallo nel box che lavora invece che sia libero nei prati e a 2 anni venga ucciso x della carne!!!
    Chi non sa cos'è vermante l'equitazione TACCIA TACCIA E TACCIA NON PARLI ASSOLUTAMENTE CHE CON QUELLA BOCCA PRODUCE SOLO PUTTANATE!!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Mi pare che ti sfugga un punto essenziale.
      Chi ha scritto questo articolo e chi ha commentato condividendone il contenuto (come la sottoscritta) vuole ovviamente abolire anche i macelli ed ogni tipo di sfruttamento del senziente.
      Per inciso, so cos'è l'equitazione visto che l'ho praticata. Un mio ex aveva un maneggio, pensa un po'.
      Ovviamente parlo di fatti avvenuti molti anni fa.

      Il cane ed il gatto sono animali che ormai si sono addomesticati ed hanno perso quell'istinto che gli permette di vivere bene in natura. Anzi, in natura forse starebbero anche bene, ma nelle città, in mezzo al traffico, negli ambienti urbanizzati (dove ormai prosperano causa randagismo, abbandoni ecc.) non vivono bene e ricercano di spontanea volontà l'aiuto dell'uomo. Si ammalano e finiscono sotto alle auto. Spesso muoiono tra spasmi di lenta agonia perché sono pochi quelli che soccorrono gli animali in difficoltà. Non confondere le cure e l'aiuto con il possesso e lo sfruttamento, che è ben lungi da ogni animalista ed antispecista.
      Personalmente non contribuisco al commercio di animali, quelli con cui vivo, che ho adottato, sono randagini raccolti in condizioni pietose (feriti, malati ecc.). Ed hanno spazio a disposizione. I gatti poi sono territoriali, non è che abbisognano di chilometri o spazi infiniti per vivere bene. E non mi sognerei mai di addestrarli all'agility o a compiere numeri da circo.
      Caro Taglie, perché vorresti imporre il silenzio a chi la pensa in maniera diversa dalla tua e vede la realtà in maniera diversa, esercitando un uso critico della ragione?
      Ma taci tu, piuttosto. Maleducato! Noi qui abbiamo sempre risposto in maniera puntuale e precisa (ad esempio alle osservazioni e dilemmi espressi da Elvira).

      Verwijderen
  37. Da cggiungere MOLTE razze sin stanno estinguendo a causa dal clima e alcuni maneggi hanno iniziato ad allevarli per salvare la loro razza

    BeantwoordenVerwijderen
  38. Chi ha scritto questo articolo e chi lo approva è solo un eccessivo animalista pazzo.
    Per voi chi accudisce cani, gatti, cavalli... è solo un uomo brutale che li maltratta?
    Ma non si puo parlare ne ragionare con voi, io mentre voi cercate di abolire l'equitazione (senza successo) vado a maltrattare I miei cavalli, facendoli mangiare l'erba ;) ciao pazziiiii
    Ps: invece che perdere tempo voi 4 mongoli per cercare di convincere il mondo intero di lasciare liberi tutti gli animali, non potreste fare qualcosa di più intelligente come aiutare i bambini poveri in africa o i canili illegali? Ah no è vero voi preferite che muoia un umano piuttosto che un cane... Allora pensate solo ai canili, zoo illegali! Non i bambini!

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Dove sta scritto che chi si prodiga per la liberazione animale non faccia altrettanto per quella umana?
      Mi risulta invero il contrario.
      Noi non preferiamo gli animali ai bambini, li preferiamo entrambi (anche perché pure l'uomo è un animale).
      Hai le idee molto confuse su cosa sia l'animalismo ed antispecismo.
      Comunque chiudo qui.
      P.S.: essere radicali (ossia andare alla radice di una questione, non signfica essere un "eccessivo animalista pazzo". Pazzo è semmai chi tollera la violenza, chi tollera i macelli, gli stabulari, lo sfruttamento ed uccisione del vivente. Pazzo normalizzato, ossia di una follia resa "normale" dalla società, in cui vi è la rimozione costante del problema. Non è colpa tua, anche tu sei una vittima, vittima di questo sistema in cui lo sfruttamento, tanto degli esseri umani che degli animali, è legittimato e normalizzato).

      Verwijderen
    2. P.P.S.: e prima di aggredire, rifletti bene su quello che si cerca di farti capire.
      Non dare per scontato che le tue scelte siano a prova di critica solo perché nessuno le ha mai messe in discussione.

      Verwijderen
    3. Biancaneve torna nel bosco con i 7 nani

      Verwijderen
    4. aahahahahahha

      Tu scommetto che sei il cacciatore. Oppure la strega cattiva. :-D

      Io nel bosco con i nani e tutti gli animali stai pur sicuro che sarei in ottima compagnia.

      Verwijderen
  39. Pure io una volta (parecchi anni fa) andavo a pesca, mangiavo carne, giocavo perfino ai cavalli! Mi sembrava una cosa normale, perchè mi avevano insegnato che lo fosse.

    Guardando con i miei occhi nel corso degli anni mi sono accorto che non era così. Pescare non era una cosa normale, era uccidere un altro essere vivente. Mangiare carne non era una cosa normale, era cibarmi del cadavere di un essere vivente tenuto in schiavitù ed ucciso in cambio del mio denaro. Giocare ai cavalli non era una cosa normale, mi divertivo a guardare esseri viventi costretti a gareggiare per me.

    La pazzia è accettare passivamente le cose atroci che ci sono state tramandate. Continuare a commettere crimini (sì, crimini) solo perchè si è sempre fatto così.

    Andare a pesca. Mangiare carne. Montare a cavallo. Andare al circo a vedere i leoni, o all'acquario, o allo zoo. Sono innumerevoli le pratiche "umane" che sfruttano e abusano gli animali.

    In un mondo senza violenza sugli animali l'equitazione non ci sarebbe.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Sisi tanto ormai il mondo è cosi, quindi risparmiate le vostre forze che tanto non lo cambierete

      Verwijderen
    2. Provo tanta pena per chi si rassegna allo stato di cose. Sintomo di grande miopia e di vedute assai ristrette.

      Dico solo un'ultima cosa caro anonimo: noi, seppure in maniera ferma, abbiamo sempre esposto nelle nostre idee con pacatezza. A te sono scappati un paio di insulti di troppo. Ti ha fatto stare meglio? Buon per te. Io penso sempre che gli insulti in realtà siano lo specchio di chi li pronuncia.

      Verwijderen
  40. Salve sono una madre di un figlio meraviglioso. Sono capitata su questo articolo per caso, e ho letto tante bagianate purtroppo.
    Mio figlio a 10 anni ha perso la vista per un tumore e dio vuole a 12 a seguito di un incidente gli hanno amputato un braccio.
    È stato un periodo bruttissimo per lui, depresso, nervoso e aggressivo... Un giorno siamo andati in un maneggio di cavalli e mio figlio ha scoperto un mondo
    nuovo, ha ritrovato un senso nella sua vita ed a ricominciato a viverla veramente.
    Ora lui va a cavallo tutti i giorni, gli abbiamo comprato un pony e fidatevi non è maltrattato ne sfruttato.
    Questo articolo mi fa venire un senso di vomito, e offende tutti i cavalieri ed amazzoni... Se mio figlio incontrasse persone che vogliono abolire l'equitazione penso che le ucciderebbe.
    Riflettete per favore sulle cose che dite e pensate, perchè ve lo assicuro che cavalieri e amazzoni non maltrattano i loro equini. Passando una giornata in maneggio con ragazzi e bambini si capisce subito quanto amore e sacrificio ci mettono.

    BeantwoordenVerwijderen
  41. Cara signora come già detto i casi che riguardano la salvezza di vite umane o l'uso di animali a scopi terapeutici (vedi l'ippoterapia) sono particolarmente delicati e complessi.

    Qui mi riferisco all'uso del cavallo a scopo ludico, frivolo o competitivo.

    Il vomito che io provo è vedere la totale indifferenza verso le creature animali, che sono tanto meravigliose quanto i nostri figli, e meriterebbero il medesimo rispetto ed il medesimo amore.

    BeantwoordenVerwijderen
  42. Ma forse non ci intendiamo sul termine "maltrattamento"; non è che si maltratta solo prendendo a calci e a frustate un cavallo o qualsiasi altro animale, si maltratta anche nel far vivere un animale (o qualsiasi altro essere vivente senziente) secondo modalità che non gli apparterrebbero in natura. Un cavallo nasce per vivere libero in natura, non per stare dentro un maneggio. Un pesce per nuotare nel mare, non per essere pescato e finire in pentola. Un maiale per vivere secondo quelle caratteristiche di specie che gli sono proprio, non per stare rinchiuso in un allevamento.
    Mi spiace per la terribile sorte capitata a tuo figlio, e non metto in discussione il fatto che lui sia come tornato a nuova vita stando a contatto con animali così splendidi, né nego che il vostro pony sia trattato bene.
    Dico solo che noi qui parliamo secondo una prospettiva antispecista, quella per cui nessun essere vivente dovrebbe venir usato per scopi diversi da quelli per cui è venuto al mondo. Un cavallo dovrebbe vivere con il proprio branco di appartenenza, libero in natura.
    Tutto qui.
    Ma è così difficile capirlo?
    Ma poi perché non mettete mai nemmeno un nome, perché scrivere nell'assoluto anonimato? Almeno un nome dai, così sembra sempre che a scrivere sia lo stesso.
    E basta di scrivere che diciamo baggianate. Possibile che una visione diversa dalla vostra debba essere per forza tacciata di baggiannagine?

    BeantwoordenVerwijderen
  43. errata corrige:
    scusa, volevo dire, né DUBITO che il vostro pony sia trattato bene. E comunque, come dice Despin, adottare un animale affinché doni affetto ad una persona che sta male è cosa diversa dall'equitazione per sport o per fini di lucro. Ad esempio so che i cani vengono portati negli ospedali (la pet teraphy) per i bambini malati di cancro, ecco, su questo non ho molto da dire, il cane tutto sommato ha piacere di stare in compagnia dell'uomo e penso che sia una cosa bella se da un'amicizia, un contatto di questo tipo, tra uomo ed animale, ne esca qualcosa di positivo per entrambi.

    BeantwoordenVerwijderen
  44. E i cavalli non stanno bene con la compagnia dell'uomo? Hanno qualcosa di diverso dai cani?

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Allora, secondo me i cavalli usati nel dressage, nei palii, (tipo di quello di Siena), nelle gare di vario tipo, nelle corse sono sfruttati perché costretti ad addestramenti contrari alla loro natura. Specialmente nei palii e corse spesso si feriscono gravemente. Ad esempio nel viterbese esiste la corsa dei cavalli senza fantino sulle strade del paese (strade lastricate di sanpietrini), tutti gli anni qualcuno finisce male. Anni fa uno rimase con lo zoccolo impigliato in un tombino e poiché era lanciatissimo nella corsa, praticamente gli si staccò l'arto di netto, davanti a tutti i presenti. Una scena orribile. Tanta gente si è sentita male. Il povero cavallo è morto dissanguato, urlando, davanti a tutti. Sono anni che noi animalisti ci battiamo per vietare questo tipo di corsa, eppure continuano a farla. E ogni anno qualche cavallo si ferisce o muore addirittura. Lo sfruttamento c'è in tutte queste pratiche, è innegabile questo: i cavalli vengono imbrigliati, gli viene messo il morso, la sella... costretti a compiere azioni che mettono a repentaglio la loro incolumità; mi pare che c'è una bella differenza tra un cavallo che corre libero in natura e quelli costretti ad eseguire numeri specifici, no?
      Il cane è diverso dal cavallo, è un animale domestico a tutti gli effetti che ormai convive con l'uomo (di questo ho già parlato sopra). Di certo sono contraria ai combattimenti tra cani, o gare di agility.
      Insomma, secondo me se uno ha il proprio cavallo e si limita a montarlo facendolo correre in ampi spazi, poi se quando si riposa lo lascia libero sempre in ampi spazi e non dentro un box piccolo, OK, non si può parlare di vero e proprio sfruttamento. Mi fa orrore però l'idea del morso. Vedere la bocca del cavallo sottoposta a quella tensione, mi fa rabbrividire. E comunque questo post parlava delle gare delle Olimpiadi, dell'uso del cavallo per sport, denaro o altro.
      Io mi rendo conto che per voi questi pensieri possono sembrare radicali. Ma se si è contro lo sfruttamento in generale degli animali (quindi si impara a vederli come esseri senzienti che hanno il diritto di vivere liberi, in pace), non li si mangia, ecc., poi pian piano si arriva anche a capire che usare i cavalli per sport o divertimento è sbagliato.

      Verwijderen
    2. Siete come i fanatici che rubano i nani dal giardino e li metto l liberi nel bosco.
      Quelli sono pazzerelli come voi

      Verwijderen
    3. ..se lo dici tu.

      Renata

      Verwijderen
  45. Essere contro lo sfruttamento degli esseri senzienti non è fanatismo, è un principio etico e molto altro, ad esempio amore, rispetto, empatia, coerenza.
    Comunque visto che perdi così tanto tempo a leggerci e risponderci, evidentemente qualcosa ti ha colpito. Se il nostro fosse solo fanatismo o pazzia non penso che susciteremmo così tante reazioni. Evidentemente tocchiamo un tasto dolente. Certo è che lo sfruttamento degli animali esiste ed è un dato di fatto, declinato in tantissimi modi e sfumature. Prenderne atto e volerlo abolire è consapevolezza politica.
    Il fanatismo lo lascio a chi va in chiesa a pregare l'amore universale e poi torna a casa e si mangia pezzi di un cadavere.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Perchè scrivi sempre risposte cosi lunghe? Non ho mai voglia di leggerle

      Verwijderen
    2. Caro anonimo, per diversi motivi: adoro scrivere, mi diverte rispondere alle tue provocazioni, ho diverse cose da dire, se non mi leggi tu ci sarà comunque qualcuno bendisposto e con la mente aperta che passando di qua potrebbe iniziare a riflettere su quello che dico.

      Verwijderen
  46. Il fanatico è colui che dice (e ne conosco parecchi) "Mangio gli animali perchè Dio ha dato all'uomo gli animali affinchè ne facesse uso...è scritto nella Bibbia!"

    E il cavallo è stato dato in dono ai fantini dallo Spirito Santo...

    BeantwoordenVerwijderen
  47. Ho letto tutto, Biancaneve non so da dove recuperi la pazienza e la serenità di rispondere con tanta coerenza e precisione a persone di infima taratura e di mediocre intelletto. Vi ammiro perché non avete mandato al diavolo questa manica di cialtroni paraculi (si paraculi sono tutti quelli che pur di continuare a fare ciò che a loro piace fare ( vedi mangiare carne o praticare la caccia o l'equitazione o qualsiasi attività che faccia USO di esseri viventi per i propri scopi) accampano le più colorite e articolate storie/ giustificazioni. Insomma questa é una guerra lunga, la vinceremo noi dotati di quel qualcosa in più denominata Empatia ma ragazzi miei ne scorrerà di sangue e di soprusi. Questo mi intristisce molto, avrei voluto vivere l'epoca del cambiamento, tocca vivere circondati da persone assurde che deprimono al solo rendersi conto della loro esistenza, ma questo é il mondo odierno. Perdonatemi il pessimismo.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Ciao Gabriella,
      beh, anche tu ne hai avuta di pazienza a leggere tutto tutto, eh :-)

      Mi sono presto resa conto che perdere la calma, arrabbiarsi ecc. comporta solo tanto spreco di energie, energie che invece potrebbero/dovrebbero essere spese per portare avanti la nostra causa, per sostenere i nostri ideali. L'unica cosa che deprime molto anche a me è che nemmeno io potrò vivere abbastanza a lungo per vedere un cambiamento significativo, quel che spero fortemente però è di riuscire a gettare qualche seme e che qualcun altro raccolga il testimone.
      Ciao :-)

      Verwijderen
  48. @Gabriella:
    Paraculo e' il termine esatto per descrivere certe menti.
    Quando mi chiedono perche' sono vegan rispondo che non si tratta di essere vegan o meno si tratta, puttosto, di smetterla di essere disonesti, prima di tutto con se stessi.
    ..e poi, hai ragione, Biancaneve non so da dove attinga tanta pazienza e serenita'!

    Renata

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Ma davvero vi rimando questa immagine di me paziente e serena? Mi fa piacere.
      Dunque, la pazienza diciamo che è una dote che più o meno mi è sempre appartenuta. La serenità invece una conquista assai faticosa e per nulla stabile. Va e viene. Come per tutti immagino. Di certo quando vedo un animale in gabbia prevale l'angoscia come prima emozione. Ma poi cerco di uscire dall'impasse emotivo di paralisi e cerco di attivarmi per cambiare le cose. Forse la serenità è certezza, sicurezza di essere nel giusto. Lo dico senza alcuna superiorità morale (non è che mi sento moralmente superiore ad altri, solo più consapevole perché io vedo qualcosa che ad altri sfugge). Ho un obiettivo e lo perseguo con costanza. Questo mi dà serenità, probabilmente, nonostante gli insuccessi.

      Verwijderen
  49. Pazzi è il termine giusto per definirvi

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. E invece quello per definire voi è vigliacchi, ché mangiate la carne di animali che altri hanno ucciso per voi, ché il coraggio di farlo con le vostre mani non ce l'avete.

      @ Despin

      Ieri sera ho visto un film interessantissimo di Petri, "La proprietà non è più un furto", c'è un dialogo di un macellaio su cui presto scriverò due righe.

      Verwijderen
    2. Preferisco certamente essere pazzo, che vigliacco ed assassino. Facile dominare i deboli e gli indifesi, facile sfruttare ed uccidere i miti e gli innocenti.

      Come dice Saul Bellow, se sono pazzo per me va benissimo. Se i sani siete voi, allora la pazzia ha certamente un enorme valore.

      Verwijderen
    3. Incredibile di come chi non ha niente da dire passi immancabilmente all'offesa, quando il discorso si fa profondo.

      Pazzi?
      Cioe'?!

      Renata

      Verwijderen
  50. Ma come mai non bevete neanche il latte?

    BeantwoordenVerwijderen
  51. Come prima cosa volevo fare i miei complimenti all'autore di questo dibattito e a tutti coloro che hanno partecipato:fa riflettere molto.
    Sono una ragazzina di 14 anni,vegetariana da un anno e mezzo/due ma proveniente da una famiglia "onnivora",e amo molto le discussioni di questo genere,visto che mi hanno spinto a smettere di mangiare carne/pesce,comprare cuoio ecc..,ovviamente accompagnate da un'adeguata documentazione.Tuttavia sono molto combattuta sulla scelta di quale posizione prendere in questo campo,dato che pratico equitazione da circa 7 anni,ma mi sono spesso chiesta se il cavallo è rispettato o no.Secondo me è una cosa molto soggettiva.Nel senso che sono d'accordo sul fatto che non è naturale tenere rinchiuso un cavallo ecc.,però secondo me non è assolutamente sfruttamento cavalcare se si fa col dovuto rispetto e cercando di assecondare la sua natura.Nel mio maneggio i cavalli hanno formato il loro branco,con le loro gerarchie e abitudini,che non vengono minimamente regolate dall'uomo,a meno che,ovviamente,non siano pericolose per uno o più cavalli.Vivono liberi,tutti insieme,eccetto quelli salvati,che sono spesso malati.Le ore di lezione vengono regolate in modo che non siano di seguito,a meno che non ci siano due principianti uno dopo l'altro(quindi è come fare raffreddamento);e il cavallo viene sempre asciugato,pulito,e portato a mangiare l'erba fresca.Ci sono anche dei pony che girano da soli per il centro,liberi.Mi sono chiesta più volte se è giusto o no cavalcare,ma quando vado al maneggio e vedo il cavallo che monto che mi viene incontro e mi si struscia addosso,leccandomi la mano,mi spariscono tutti i dubbi.Io lo adoro,gli voglio un sacco di bene,e non lo definirei mai "mio",infatti rispetto i suoi spazi e il fatto he resta comunque un cavallo,e che ha ragione se dopo un pò si stufa e non riponde a richieste assurde.
    Ho fatto solo un paio di gare,ma di pony games,e il mio lallo scalpitava dalla foga di partire.Non vedeva l'ora di galoppare a tutta velocità intorno a quel birillo con me.Nella Gimkana con le barriere a terra è partito da solo al galoppo e le ha saltate,senza che io gli dicessi nulla;è bastato che l'assecondassi.Eppure a me andava benissimo farle piano piano,fargliele scavalcare.Concordo con quello scritto sul dressage,è decisamente molto innaturale,ad alti livelli.Effettivamente secondo me l'equitazione è solo un giro di soldi,ad alti livelli.Di sicuro il mio centro,che ha 6 cavalli in tutto,non cambia un cavallo al mese per guadagnare,nè ci spiange a farlo,anzi.Ho visto scendere nel mezzo della lezione molti bambinetti che credevano di essere chissà chi,e che coninuavano a tirare (o meglio,ci provavano) strattoni al cavallo nonstante gli avvertimenti dell'istruttore.Risultato??Una chiamata a casa e fine della lezione.in ogni caso io sono a favore della monta naturale (parelli,asvanara e simili),nella quale,sempre secondo me,cavallo e uomo raggiungono davvero un'affinità...E secondo me dipende da CHI monta il cavallo più che dal COME...Perchè scommetto che c'è chi usa il morso ma con 2 dita e col massimo rispetto per l'umore del cavallo,la sua energia e la sua preparazione,mentre magari c'è chi fa Parelli che lo sottomette con la psicologia,magari deprimendolo e facendo molto,molto peggio.Inoltre secondo me se non volessero ci scaraventerebbero di sotto.Ho infatti imparato a mie spese a non chieder troppo a un cavallo se non è giornata,o se non gli piace...
    Sono abbastanza insicura su questo argomento,ho solo esposto le mie idee,e mi piacerebbe molto sentirne altre,per paragonarle :)
    Co

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Carissima Co, ti ringrazio molto per il tuo prezioso intervento. Lo ripeto, io non sono un esperto di cavalli, e non sono in grado di discutere i particolari tecnici di cui tu tra l'altro parli.
      Il fatto che tu ti ponga certe domande lo trovo bellissimo. Il problema è quando la gente adopera gli animali dando per scontato che sia una cosa giusta. Il che è quasi sempre purtroppo.
      Tu sei così giovane, e già vegetariana (avremo presto chissà una nuova vegana?), il che dimostra che la tua sensibilità è parecchio evoluta. Sono certo che quando "adoperi" i cavalli lo fai con la massima cura e rispetto.
      Sempre di uso però si tratta, a mio parere. Personalmente non porterei mai il mio gatto ad una esposizione felina, tanto per fare un paragone. Se mi trovassi a dovermi prendere cura di un cavallo, lo farei dandogli il massimo dell'amore e delle dovute attenzioni, ma non con il fine di partecipare ad una gara. Nè con il fine di guadagnare del denaro affittandolo a terzi.
      Inoltre mi sembra di capire che i cavalli nel maneggio sono sottoposti a stress non indifferente, in mano a bambini inesperti eccetera. Mai darei il "mio" gatto in mano ad un bambino poco esperto di gatti...mi restano comunque enormi perplessità sulla equitazione, e non mi sembra naturale che un cavallo venga montato da un essere umano.
      Detto questo, ripeto, sono felice che tu ti stia ponendo queste domande, domande che non riguardano solo i cavalli ma tutti gli animali.
      Essere vegano per me significa rispettare tutti gli animali, e non solo limitandomi a non mangiarli. Per fare latte e latticini ad esempio le mucche vengono sottoposte a torture inimmaginabili, per questo noi vegani li evitiamo. Stesso discorso per il miele, che viene prodotto sottoponendo le api a trattamenti violenti che spesso ne provocano la morte. Eccetera.
      Un saluto!

      Verwijderen
  52. Voglio rispondervi con questo video.
    http://www.youtube.com/watch?v=-I9EZtrBPFc
    Vi dico solo che non avete idea dell'amore che lega cavalli e cavalieri.
    E comunque mi sono un po' rotta a leggere tutti 'sti commenti.. ok che siete vegani, ma state attenti a non diventare fanatici, in certi discorsi fate un po' paura!
    Tuttavia de spin.. sono convinta anch'io che l'equitazione non dovrebbe essere una disciplina olimpica, ma non venirmi a dire che l'equitazione in sè è una vergogna.
    Ma cos'è che vi turba tanto di questa disciplina? Il morso? Il fatto che si sta seduti in sella? Cosa? Fatemi capire.
    Io frequento una scuola di equitazione e finora non mi è mai successo di avere a che fare con un cavallo che odia le persone, anzi quando arrivo in scuderia e fischio, i cavalli che hanno lo sportello aperto mettono fuori la testa per ricevere una carezza e alcuni addirittura mi mordono la maglia per tirarmi più vicino a loro o mi appoggiano la testa sulla spalla. Se non è affetto questo.

    Un saluto, Vero

    BeantwoordenVerwijderen
  53. Ciao Vero,

    usare un cavallo come una bicicletta o un motorino a me non m i sembra affetto; certo che l'animale esprime affetto nei riguardi di chi lo accudisce, ma l'animale viene posto in una situazione di sottomissione e schiavitù. La vergogna sta nel concetto che un animale possa essere allevato, castrato, fatto riprodurre artificialmente, addestrato, usato a fini ludici o di lucro. Non è a mio parere un concetto tanto fanatico, a me sembra buon senso e rispetto.
    Un saluto

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Se non sapete le cose non parlate -.-"" Noi cavalieri VERI diamo l'anima x i cavalli! E poi cosa credete, che arriviamo, saliamo sul cavallo e dopo un'oretta ce ne andiamo e lo molliamo nel campo? O.O Voi non avete idea di quali conoscenze ci siano dietro il mondo dell'equitazione! Tanto ho già capito cosa pensate di noi: dei barbari che montano in sella frustando e tirando il cavallo in bocca......
      by FieradiessereAmazzone ù.ù

      Verwijderen
    2. Hey Amazzone sta calmina. non ho dubbi che vi siano biblioteche di conoscenza riguardo al mondo dell'equitazione. Anche le "scuole circensi" possiedono molta conoscenza sul come ammaestrare gli animali.
      Anche i macellai immagino possiedono conoscenza sul come macellare un animale.
      Cosa c'entra la conoscenza con il rispetto? Tu ami il cavallo come il motociclista ama la sua moto. Ne hai grandissima cura, sfido, è la tua moto. Certo le vuoi bene, ma è un bene finalizzato all'uso che ne fai.
      Il cavallo non è una motocicletta ma un essere vivente programmato dalla Natura per vivere libero e sereno e non per essere usato, per alcuno scopo, da un'altra razza.

      Massimo

      Verwijderen
    3. Il rispetto presuppone “conoscenza”, di se stessi e dell’altro o degli altri con cui si ha a che fare.
      E poi noi non abbiamo nulla a che fare con quei mostri che maltrattano gli elefanti ecc... . Ne ho già vista di gente che maltratta gli animali (anche i cavalli) e ti assicuro che io non li tratto così...

      FieradiessereAmazzone

      Verwijderen
    4. Non penso che tu maltratti i cavalli a quel livello. Ma li possiedi come oggetti, li tieni segregati, li usi per il tuo divertimento.

      Questo lo chiami rispetto? Io rispetto tutti gli animali, non li mangio, non bevo latte, non indosso cuoio o lana ecc.

      Non li uso in nessuna maniera perchè rispetto la loro bellezza e la loro dignità e il loro diritto ad essere liberi.

      Se vuoi davvero amare i cavalli comprati una bella Kawasaki, Amazzone...e i cavalli valli ad osservare mentre corrono liberi nelle praterie, con il binocolo, da lontano, senza disturbarli.

      E se proprio ti piace "cavalcare" metti la sella e le briglie ad un tuo parente od amico consenziente...

      Verwijderen
    5. Senza parole..
      Sono contro il maltrattamento degli animali, ma gradirei che CHIUNQUE osservasse ogni equino in libertà..
      Non fa altro che correre, saltare, sgroppare ed inseguirsi con altri animali (cani, gatti, altri cavalli, eccetera). La stessa identica cosa la fa con gli umani!! I cavalli GIOCANO con il loro compagno di vita umano!
      Il presupposto è ovviamente quello di trattare bene ogni animale, ma non esiste che il rispetto incondizionato di un animale sia quello di non mangiare i suoi prodotti o di non dargli la possibilità di essere nostro compagno (tra l'altro, i cavalli tenuti bene, non allo stato brado, vivono il 30% in più).
      Allora chiediamo ai gatti di rispettare i topi, ai lupi di rispettare le volpi, ai falchi di rispettare i topi, e, magari torniamo tutti allo stato brado!!
      Tutti liberi!!!
      Però a questo punto bisognerebbe tornare a mangiare quello che troviamo..... I neandertal di bacche non vivevano..
      @de spin ...... Forse dovresti guardare ed osservare un po' più da vicino sia i cavalli che i cavalieri.. Altro che binocolo.. Vedresti un sacco di cose contrastanti con la tua opinione (ammesso che tu abbia l'obiettività per esprimere un parere neutro).
      Ci sono cavalli che AMANO la compagni dell'uomo e che ADORANO fare ciò che gli viene chiesto, sin da giovani. I cavalli sono gregari di natura, se tu saprai essere il loro dominante (con tutto il rispetto che hanno anche tra loro in natura) saranno FELICI di seguirti.

      Alessia

      Verwijderen
    6. Alessia
      il paragone che fai tra gli esseri umani e i gatti che mangiano i topi, e i lupi e i falchi...lascia me senza parole.
      Gli animali carnivori cacciano, è la natura che glie lo impone. Il rispetto non c'entra niente.

      L'uomo è sì un animale, ma rispetto agli altri animali possiede la consapevolezza e la capacità di evolversi diciamo spiritualmente.

      Dante: "Fatti non foste come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza".

      Ora cosa sono queste cosidette: virtute e conoscenza? Chiamala consapevolezza, chiamalo spirito, chiamalo come vuoi.

      Gli animali non hanno scelta, seguono al cento per cento l'istinto. Noi abbiamo la facoltà di scegliere. Siamo onnivori. Possiamo benissimo vivere senza cibarci di prodotti animali.

      Come puoi parlare di rispetto per gli animali, se presupponi che sia ok cibarsi dei loro prodotti?

      Sai come viene prodotto il latte, per esempio? Sai quale tortura e quale abuso viene quotidianamente commesso ai danni delle mucche e dei vitelli?

      Se desideri documentarti al riguardo, ti invito a visitare questo sito:
      http://www.infolatte.it/

      Il presupposto non è trattare bene ogni animale. Se dici così presupponi che tu sia il padrone, l'animale il servo, e che tu sia un buon padrone che tratta bene i propri servi.

      Come puoi essere amico degli animali se li mangi o mangi i loro derivati? Sostituire una bistecca con una pasta e fagioli, per esempio, non richiede certo di tornare a raccogliere le bacche. Informati sull'alimentazione vegana.
      Io sono circa dieci anni che non consumo prodotti animali, non raccolgo bacche, faccio una vita normalissima e sono sano.

      Anche i gatti amano la compagnia dell'uomo. Ma chi li adopera per gli allevamenti o per le mostre feline ha il mio totale disprezzo. I gatti si amano accogliendoli, accudendoli, non certo usandoli.

      I cavalli voi li usate, per il vostro divertimento. Non vi limitate ad accudirli ed amarli. Li usate come strumenti per i vostri fini qualunque essi siano. Questa è la differenza tra amore e sfruttamento.


      Verwijderen
    7. Sono stupita dalla tua ignoranza.
      Non reputo nemmeno che sia opportuno che una persona si permetta di scrivere articoli pretenziosi e pieni di giudizi su una materia che non conosce.
      Gradirei che studiassi un briciolo di etologia (inclusi i processi di adattamento), gradirei che studiassi gli allevamenti animali e gradirei che andassi in un maneggio ad osservare il rapporto che c'è tra cavallo e cavaliere.
      La scienza e la legge non ammettono ignoranza, è per questo che voi vegani non ce l'avrete mai vinta.
      Pretendete di condannare chiunque sia onnivoro o chiunque pratichi uno sport in BINOMIO con un altro essere vivente.
      Primo: solo l'ignoranza fa sì che una persona possa credersi migliore di un'altra
      Secondo: solo un'ignorante può criticare uno sport che NON CONOSCE
      Terzo: solo l'ignoranza porta a valutare le cose in maniera estrema, non esiste solo il bianco od il nero, esiste anche il grigio.
      Ci sono bovini maltrattati ed altri coccolati e massaggiati con la musica nelle stalle (vedi tutti gli allevamenti di Enna dove i bovini sono lasciati allo stato brado ed entrano di spontanea volontà la sera a farsi mungere), ci sono cavalli costretti a fare cose che non vogliono o magari che sarebbero felici di fare ma richiedendogliele in maniera differente ed altri che, se lasciati fuori al paddock (con il freddo, le mosche, il caldo, i moscerini, i tafani, eccetera), non fanno altro che nitrire e disperarsi pur di rientrare in un box pulito e con una temperatura decente, altri cavalli che si deprimono se li lasci a far niente e se non li strigli, eccetera.
      (vorrei specificare che i cavalli passano la maggior parte della giornata in paddock, sotto i ripari o in box super accoglienti e vengono "sfruttati" per il nostro divertimento solo 20/40minuti in un'intera giornata)
      Gli umani sono dotati di intelligenza, ed è per questo che siamo arrivati sino ad oggi con una certa cultura e con certe abitudini.
      Gli animali convivono ed aiutano l'uomo da MILLENNI, gli animali trattati meglio e con più lunga prospettiva di vita sono proprio quelli accuditi bene dall'uomo.
      E ripeto: gradirei che prima di affrontare certi discorsi nella più totale ignoranza, CHIUNQUE passasse qualche ANNO della sua vita a girare una marea di allevamenti e di maneggi.
      Tra l'altro vorrei anche specificare un'altra cosa:
      sono stati fatti degli studi scientifici sui vegetali, anch'essi hanno una sensibilità allucinante, è stato infatti dimostrato che recepiscono gli stimoli esterni anche tattili. Gli stimoli sono di tipo elettrico, proprio come quelli che passano tra le connessioni nervose di qualsiasi altro essere vivente animale!!
      Tu mangi pasta e fagioli? Non fai altro che torturare e sterminare centinaia di migliaia di piante "ALLEVATE" per il solo scopo di nutrirti!
      STUDIATE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI A FONDO, SOTTO IL PUNTO DI VISTA PSICOFISICO, E APRITE BOCCA SOLO QUANDO AVRETE CONOSCENZE A SUFFICIENZA PER NON INCORRERE IN IPOCRISIE CLAMOROSE.
      Aprire bocca senza conoscenze è squallido ed irrispettoso verso chi ha passato una vita a studiare e a vivere certe situazioni.
      Buon proseguimento di discussione.
      Non penso ci sia altro da dire.
      Contro ignoranza e presunzione non ci può essere battaglia.
      Alessia

      Verwijderen
    8. De spin, tu dici che li tengo segregati i cavalli ma ti sbagli di grosso, il mio cavallo esce TUTTI i giorni in paddock! E, come dice Alessia (con cui sono d'accordo), alcuni cavalli quando sono fuori si mettono davanti al cancello e rampano x rientrare in box! In più i cavalli liberi dove dovrei andare ad osservarli, in America dove gli sparano dagli elicotteri? O magari in Sardegna, dove stanno morendo di stenti?
      Infine che ne sai tu che non fai del male alle piante?

      Verwijderen
    9. *FieradiessereAmazzone

      Verwijderen
    10. Entrambe parlate di piante. Io sono perfettamente in grado di raccogliere insalata o fagioli con le mie mani.
      Vorrei vedere voi uccidere un maiale (o perchè no, un cavallo) o un vitello con le vostre mani.

      Non lo fareste. Nemmeno penso avreste il coraggio di guardare un video dove questo accade. Questo, per esempio:
      https://www.youtube.com/watch?v=A7uJvjbN968

      Alessia trasudi rabbia. Puoi aver studiato tutta l'etologia che ti pare. Ti senti in diritto di usare gli animali e di mangiarli. E paragoni una mucca ad una pianta.

      Gli animali sono nostri pari, sono nostri fratelli. Chi li tratta da servi, o addirittura li mangia e dice di amarli, e li paragona ad una pianta...dà a me dell'ignorante...

      Ogni allevamento è un abuso, un crimine ingiustificabile. Lo sapete quello che fanno alle mucche per estorcere loro il latte? Lo sapete o no? Voi che siete donne, cosa provereste ad essere stuprate da un macchinario ogni tot mesi. Cosa provereste se il vostro neonato vi fosse strappato dalle braccia e mandato al macello? Cosa provereste se le vostre mammelle venissero attaccate ad un altro macchinario per succhiarvi il latte che era destinato al vostro bambino?

      Lasciateli in pace gli animali. Ogni prodotto di origine animale è un crimine. Ogni uso che si fa di un animale è un abuso.

      Non occorrono, per capire questo, diplomi o lauree. Occorre solo scendere un attimo dalla sella dell'arroganza e della cecità.

      Verwijderen
    11. Tu ti credi Dio per poter decidere quale ESSERE VIVENTE merita di vivere..?? Se piante od animali? Sei davvero dotato di tale supponenza ed arroganza?
      Cani e gatti ed altri animali non sono nostri pari, né a livello fisico né mentale. Ma per sapere questo bisogna aver STUDIATO gli animali, gli umani ed i vegetali A FONDO. Senza cultura (come siete voi) si incorre in volgari populismi come il continuare a far vedere sempre gli stessi video animalisti. NON AVETE ARGOMENTAZIONI PERCHÉ SIETE IGNORANTI A RIGUARDO.
      Basta baggianate: PASSATE DI PERSONA ANNI DELLA VOSTRA VITA A TOCCARE CON MANO CERTE SITUAZIONI, e smettetela di guardare i video fatti da altri.
      Io sono stata negli allevamenti di bovini, suini, equini, eccetera, (di tutta italia) perché i miei studi me l'hanno richiesto.
      TU ci sei mai stato di persona o ti sei limitato a guardare video....??
      Sarei in grado di uccidere un animale? Non lo so.
      Non ti reputo in grado di stabilire quale essere vivente sia degno di vivere e, visto che non conosci niente dell'equitazione e che non hai esperienze di alcun tipo nel campo allevamento e sport, se fossi una persona intelligente, desisteresti dall'esprimere certi giudizi che NON TI COMPETONO affatto.

      Alessia

      Verwijderen
    12. Alessia
      continui a dire "voi", ma stai parlando con una persona sola, che per inciso è laureata e parla e scrive correttamente cinque lingue (visto che "ci" dai tanto dell'ignorante).

      Il percorso che porta a rispettare tutti gli esseri viventi non esclude certo il regno vegetale. Molti vegetariani diventano vegani, così come i vegani si interrogano e si impegnano per diventare fruttariani, il che significa nutrirsi solo dei frutti della pianta, senza doverla uccidere per nutrirsene.

      Questo è il mio percorso. Qual'è il tuo?

      Tu difendi gli allevamenti. Difendi campi di segregazione di massa e di sterminio. Ti ritieni superiore agli animali. Paragoni un vitello o un maiale ad una pianta.

      Se non lo sai provaci. Và in uno dei tuoi amati allevamenti e chiedi di poter sopprimere un maiale o una mucca con le tue mani. Fallo, e poi raccontami la tua esperienza. Magari gira cortesemente anche un video, che potrò pubblicare su questo blog.

      Verwijderen
    13. Laureato in lingue? Non mi pare che si trattino argomenti di genere agronomico in tali università, quindi NON SEI COMPETENTE NEGLI AMBITI CHE STAI TRATTANDO. Da persona laureata e, presupponiamo, intelligente, dovresti avere l'umiltà di non esprimerti su argomenti dei quali non hai competenza specifica.
      Il mio percorso è stato fatto in ambito agrario, allevatoriale e sportivo (a livelli agonistici nello sport che tu stai giudicando senza averne conoscenze di alcun tipo.).
      Moltissimi allevamnti tengono gli animali allo stato libero e li ricoverano di notte o d'inverno. Anche perché solo così la carne può avere delle buone caratteristiche reologiche. I campi di segregazione sono ben altri.
      Non sei competente, apri un articolo sull'ignoranza linguistica in italia, argomento davvero importante da affrontare..

      Alessia

      Verwijderen
    14. Io gli animali non li ammazzo...il video ho provato a vederlo, ma non c'è il contenuto disponibile (però suppongo parli di come sgozzare un maiale).
      Comunque ho già visto video su come ammazzano i cavalli e le mucche quindi qualcosa so.
      Sono anche stata in varie stalle (alcune persone che conosco le possiedono) e le mucche vivono accanto alle manze ed escono fuori tutti i giorni.
      La mungitrice non penso faccia così male, altrimenti comincerebbero a calciare no?
      Purtroppo è vero che i vitelli maschi spesso finiscono al macello e dopo un tot di anni anche le mucche da latte (in Emilia Romagna dopo 3-5 anni mi pare...per fortuna nella mia regione NO) e sono d'accordo con te su questo fatto.
      Io però non ho cominciato a scrivere su questo blog per parlare di allevamenti o meno (anch'io sono contro l'allevamento intensivo, infatti le cose che mangio vengono tutte dalla mia regione, dove per fortuna questo tipo di allevamento non è fattibile date le superfici ridotte e poi non mangio tutti i tipi di animale e neanche cuccioli, ma questi sono affari miei e non c'entrano col discorso) ma di equitazione!
      Diteci che problemi avete con l'equitazione e vi risponderemo, QUESTA è la questione.

      Verwijderen
    15. *FieradiessereAmazzone

      Verwijderen
    16. Alessia qui non si tratta di essere laureati per capire che "allevare" significa tenere in schiavitù per il proprio uso e consumo. La carne è omicidio, ma se tu ancora ti nutri di cadaveri mi spiace per te.

      Mangiare animali non è affatto necessario, e allora perchè questo massacro?

      Per quanto riguarda l'equitazione invece mi sono già con te ampiamente espresso. Ogni gara con animali andrebbe semplicemente abolita. Trovo vomitevole usare un essere vivente per il proprio divertimento, e business.

      Verwijderen
    17. Amazzone Fiera
      se li mangi, li ammazzi. anzi peggio: sei il mandante di questi delitti, e nel codice penale il mandante è considerato più reo dell'esecutore materiale.

      Ma come cavolo fai a dire che non li ammazzi se li mangi, ma ragiona un attimo! Tu vai al supermercato e compri la carne, e a chi pensi che vadano quei soldi? Agli allevatori (maledetti), agli aguzzini ed ai carnefici. E loro fanno tutto ciò per un unico motivo: avere i tuoi soldi. Quindi non pensare di non ammazzare, ammazzi eccome, solo in una maniera scusa il termine parecchio ipocrita e vile, facendo fare il lavoro sporco a qualcun altro.

      Sei stata nelle stalle. Ti sembra giusto che esseri viventi super docili e amorevoli siano tenuti schiavi dell'uomo? E a qual fine poi? Ma hai capito come viene "prodotto" il latte o no?

      Ti andrebbe a te di venire stuprata ogni 6 mesi, per poi prenderti il latte. Le mucche, come tutti i mammiferi, producono latte SOLTANTO se gravide. E quel latte è destinato SOLTANTO al loro piccolo. Non a te!

      Siamo l'unica razza sul pianeta che si nutre di latte di un'altra razza. Il latte, e questo vale per ogni mammifero sul pianeta essere umano compreso, è un alimento destinato ai cuccioli. Gli adulti non hanno affatto bisogno di latte.

      La mungitrice non pensi faccia male? Ma se io ti attaccassi i seni ad una mungitrice ti piacerebbe, Amazzone Fiera?

      Lo so che degli asllevamenti e degli altri animali poco ti interessa. Peccato. Però se continui a mangiarli, gli animali, ti prego non dire mai che li ami, non essere nella tua vita così ipocrita. Dì che ami mangiare la carne, piuttosto.

      Sull'equitazione mi spiace, ma è una cosa orribile, in special modo le gare. Se ami qualcuno non lo usi. Lo ami e basta, ti prendi cura, gli dai amore, ma non lo usi. I cavalli non sono oggetti o bambolotti, o macchine, o chissàcosa.

      Verwijderen
    18. De spin.. Sei ridicolo..
      Le mammelle delle vacche hanno poco tessuto nervoso superficiale, non sentono dolore quando vengono munte anche perché altrimenti non entrerebbero nelle sale di mungitura tranquille e pacifiche (a meno che questi animali che tu consideri al nostro pari non siano estremamente stupidi..).
      La tua ignoranza è sbalorditiva.
      STUDIA L'ANATOMIA, LA PSICOLOGIA E L'ETOLOGIA ANIMALE INVECE DI UMANIZZARE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI.
      Comunque.. Io mangio carne perché e buona e mi fa bene. Mangio tanto pesce perché fa bene al tessuto nervoso (faccio anche pesca subacquea). Bevo latte per prevenire l'osteoporosi e mangio uova perché sono estremamente proteiche, quindi necessarie alla mia vita sportiva che faccio con il mio cavallo stallone proveniente da un ALLEVAMENTO, con il quale faccio salto ostacoli, cross country e dressage (e si diverte molto anche lui, garantito visto che se non gli faccio fare nulla ha il coraggio di tirarmi la maglietta per andare a lavorare o giocare con me).
      Saluti.
      Buona serata
      Alessia

      Verwijderen
    19. Alessia sarebbe un miracolo umanizzare te...

      Verwijderen
    20. Alessia

      mi sono permesso di pubblicare il tuo ultimo commento sulla mia pagina di FB...perchè senza nemmeno sapere cosa esso sia, hai esternato la perfetta quintessenza dello specismo...sono esterefatto dal tuo genio!

      Verwijderen
    21. So bene cos'è lo specismo (non sei l'unico a conoscere la lingua italiana..) e concordo con il fatto che ogni specie animale abbia un diverso status morale e psicologico.. Non esisterebbe l'etologia (in questo caso invece sei tu che non sa assolutamente cosa sia questa branca della scienza).
      Detto ciò, mi complimento con un laureato per l'utilizzo di uno strumento così "intelligente" come FB, sul quale non sono iscritta e sul quale non avrai un confronto valido in quanto le persone tra le tue amicizie saranno certamente dei tuoi pari (a livello di mentalità).
      Devi proprio avere gli "attributi" per pubblicare su un social network solo una parte di discorso, insomma, solo quello che più ti fa comodo, in mezzo ad una massa di esseri umani che non sanno un'acca di animali e che pretendono che ogni essere vivente abbia pari intelligenza e pari sensibilità.
      Vai pure avanti sul tuo blog di psicopatici.
      Grazie al cielo siete in minoranza.
      Alessia

      Verwijderen
    22. concordo con il fatto che ogni specie animale abbia un diverso status morale e psicologico...???

      scusa Alessia ma che c...o significa, cosa c...o me ne frega se concordi sul fatto che ogni specie ecc ecc......qui sto parlando di dolore vero, di sofferenza vera, e tu qui a sparare le tue elocuzioni intellettuali.

      Mi parli di etologia, io ti parlo di etica. Il mio discorso è solo ed assolutamente etico. La scienza non mi interessa.

      E questa tua idea di FB come strumento poco valido per la comunicazione...la rispetto ma non la condivido...è comunque un luogo di confronto e di scambio di idee e progetti...

      Io non sono nè psicopatico, nè vegano. Sono solo un comunissimo banale essere umano che non tortura, nè sfrutta, nè stupra nè ammazza i propri amici.

      Verwijderen
  54. Perfettamente d'accordo con l'autore dell'articolo.
    L'equitazione ed in particolar modo le gare, rientrano fra le attività puramente egoistiche umane.
    Non dico altro perchè ripeterei ciò che è stato già detto.

    BeantwoordenVerwijderen
  55. Arrivo un po' in ritardo rispetto alla pubblicazione dell'argomento ma vorrei comunque esprimere il mio parere.
    Parlando del link che hai messo te all'inizio, sono daccordo per molte cose, le corse sia trotto che galoppo o stepple per non parlare dei palii sono delle "discipline" terrificanti che un cavallo non dovrebbe subire. Per il dressage, pratico equitazione da 8 anni (ne ho 14) ma non posso dire esattamente i metodi dei cavalieri ma, per il salto posso dirti che si esistono sempre persone così schifose (scusate il termine ma è il piùn adeaguato) che usano tecniche simili come le punte sulle barriere ma, anche in alto livello (nei concorsi si salta massimo 160 poi, diventano delle gare diverse dove gli ostacoli sono molto meno numerosi) gli allenamenti si basano molto sulla tecnica anche saltando ostacoli di meno di 80cm lavorando l'andatura e il tracciato per aiutare il cavallo. Non sto giustificando tutto questo, ma ormai visto che sono pochi i cavalli a poter soppravivere in libertà, molti sono di razze create dall'uomo, bisogna cercare di trattarli al meglio anche se non tutti lo capiscono; ho già lavorato con cavalli "traumatizzati" dai loro precedenti padroni. Comunque per quel che riguarda la monta dolce, io la pratico da un po', e in primo piano monto senza morso, ma con una semplice briglia in corda o direttamente senza niente e, il rapporto col cavallo è il più vicino possibile al naturale. Il cavaliere, viene considerato come il capobranco dal cavallo, ma non in senso di padrone ma come una guida e un prottetore, come dovrebbe fare un cavallo capobranco col proprio branco.
    Per creare una situazione simile bisogna creare un rapporto di completa fiducia, e posso dirti che potrai frustare il suolo con una corda a un metro da lui e non si muovera, perchè sa che essendo il suo capobranco e amico non lo colpirai mai. Poi questa monta non è praticata in molti centri, io dove monto apparte durante le vacanze non ne ho la possibilità, perchè è comunque una monta difficile e bisogna rivoluzionare tutti i concetti imparati sulla monta abituale, cosa che pochi si permettono di fare.
    Per poterlo fare liberamente bisogna gestire uno o più cavalli che non "appartengano" a un maneggio.

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. ciao ti ringrazio di questa tua interessante testimonianza

      Verwijderen
  56. Io non sono d'accordo con questo argomento...
    Il cavallo è nato per aiutare l'uomo una volta nei campi per ararli prima che venne introdotto il trattore,per il traino,da soma,per cavalcare...
    Poi nasce l'equitazione una cosa magnifica!
    Io da grande vorrei diventare una cavallerizza che fa gare ecc..
    Quando sono a cavallo mi sento bene sento un legame speciale tra me e il cavallo e piena di emozioni l'equitazione!E anche il cavallo è felice di correre e far felice il suo padrone!Lo scopo di una gara non è vincere la medaglia d'oro ma divertirsi e mostrare che ci si è allenati duramente e con coraggio e tenacia provare le proprie abilità e così il cavallo e il cavaliere diventano una cosa sola!E non tutti trattano i cavalli male cosa ne sai se in erte gare li trattano male!!!!!!!
    Poi se tu non sai niente dell' equitazione perche metti sto post
    L'equitazione e i cavalli sono la mia vita la mia passione!
    I cavalli sono fantastici,magici,unici!
    Come tutti gli animali

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Ciao Sofia. Tu scrivi che il cavallo è nato per aiutare l'uomo. Chi te lo ha detto? Chi può dire una cosa del genere? Spero tanto che nel tuo processo di diventare grande, almeno questa idea saprai metterla in discussione. Perchè è sbagliata.
      Gli animali sono meravigliosi e vanno rispettati. Non bisogna utilizzarli per nessun motivo. Dove c'è utilizzo c'è abuso, lo capisci questo? Non sono macchine o motociclette sui quali fare competizioni sportive. Sono come bambini! Useresti dei bambini per fare delle gare?
      E se ritieni che tutti gli animali siano fantastici, magici, unici (è vero, è così), non è allora il momento di diventare vegana? Perchè questo è l'unico modo per rispettare e amare tutti gli animali della terra, e sopratutto per non far loro del male.

      Verwijderen
  57. No gli animali non vanno paragonati all uomo..
    Io cmq mangio la carne e non voglio diventare vegana nn mangio solo la carne di cavallo e pollo(scommetto che stai ridendo xche mi piacciono le galline e se vuoi un perche chiedimelo) i miei due animali preferiti.Ripeto dio a creato la natura per essere usata e nn per essere distrutta.Se i cavalli stessero tutto il giorno in un box a fare niente si stuferebbero hai cavalli piace correre lavorare,aiutare l'uomo stare con lui che gli offre mangiare e acqua pulita un riparo le coccole.anche se lasci un cavallo libero in un prato resterà li perché non scapperebbe mai dal suo padrone perché poi se scappasse morirebbe

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Carissima Sofia ti pongo alcune domande.

      1) Come dimostri che il cavallo è nato per aiutare l'uomo?
      2) Come mai non vuoi diventare vegana se dici che tutti gli animali sono fantastici, magici, unici? Le mucche no? I pesci no? I tacchini no? I maiali no? Quelli si possono imprigionare, seviziare, catturare, massacrare senza pietà?
      3) Come fai a dimostrare che Dio esiste, e che ha creato la natura per essere usata?

      Poi sui cavalli. Va benissimo prendersi cura di un cavallo. Non va bene usarlo per il proprio divertimento, o per qualsiasi forma di gara, o commercio. Questo vale per i cavalli quanto per tutti gli altri animali. Ad esempio i gatti: va benissimo prendersene cura, ma non va bene allevarli a scopo di lucro o esibirli alle mostre feline...

      Magari, quando sarai grande e prenderai la patente, potrai divertirti andando "a cavallo" di una bella Kawasaki.

      Ciao!

      Verwijderen
  58. 1È la verità e te lo dimostro i cavalli stanno gia aiutando l'uomo.
    2perché nn voglio essere un mostro
    3be ovvio uno che dice cosi è di sicuro ateo be io sono Cattolica e se vuoi sapere di piu leggi la bibbia
    A quindi gli aninali secondo te dovrebbero stare tutto il giorno a poltrire,abbufarsi...
    Tu hai detto che paragoni gli animali all'uomo allora ti pare che l'uomi stia tutto il giorno a nn far niente no va anche a lavorare!
    A quindi avresti da lamentarti su questa cosa :io faccio fare alle mie galline gare di salto xche nn voglio che tutti voi pensate che siano soltanto animali da mangiare stupide!io ho unagallina che fa acacrobazie che mi vuole tanto bene che mi segue che se la chiamo viene da me,un galletto che lo posso quasi portare a spasso che è un ottimo saltatore e io gli voglio un mondo di bene.....
    Cmq da grande preferisco un cavallo a una macchina
    Differenza?
    Meno pericolo
    E nn inquina

    BeantwoordenVerwijderen
    Reacties
    1. Cara Sofia.
      Le tue risposte alle mie domande, scusami, sono un vero disastro.
      Mi tocca darti gravemente insufficiente, e rimandarti al prossimo anno.
      Ciao!

      Verwijderen
    2. Spero che Sofia Corradini non abbia più di dieci anni, altrimenti altro che rimandata al prossimo anno, dovrebbe seriamente ripartire dalle elementari. :-D
      (ma c'è anche l'ipotesi che sia un troll).

      Verwijderen
    3. Pure io pensavo si trattasse di un troll, ma dando il beneficio del dubbio ho risposto con gentilezza (cosa che mi sto in realtà stufando di fare, non rispondere ma con gentilezza),

      Verwijderen